Seguendo questo link salti il contenuto della pagina e vai direttamente alla Mappa del sito a fondo pagina
(IT)
   Responsabile: Pietro Panei
Sei in:
 I contenuti più aggiornati

Agenzia DIRE. Adhd, appello al ministro Lorenzin: "Non abolire il registro dell'Istituto superiore di sanità"

ROMA - "Non abolire il Registro Adhd istituito presso l'Istituto superiore di Sanità (Iss), che è stato l'unica difesa ufficiale a tutela dei bambini". Prende il via con un appello al Ministro della Salute, Beatrice Lorenzin, la nuova newsletter dell'Agenzia Dire, tutta dedicata al mondo della Psicologia, per "chiedere di rivedere le attuali pratiche cliniche, diagnosi e terapia, riguardanti la sindrome da deficit di attenzione e iperattività (Adhd)".

La newsletter Dire Psicologia nasce "in un momento particolarmente difficile per la psicologia e per la psicoterapia in genere- spiega Federico Bianchi di Castelbianco, psicoterapeuta dell'età evolutiva- vi sono mondi diversi che si confrontano sulla visione clinica, sulla modalità...

Pubblicato il 15-01-2015 in In rilievo , aggiornato al 23-01-2015 Leggi...

Condividi: 

L'ADHD aumenta tra gli adolescenti il rischio di tabagismo e alcolismo

Secondo una recente ricerca pubblicata su Drug and Alcohol Dependence, gli adolescenti rischiano con maggiore probabilità di iniziare a fumare o bere se affetti da ADHD o disordini del comportamento. “I risultati dello studio sottolineano come sia importante la vicinanza alle famiglie affinché conoscano i rischi di dipendenza da queste sostanze per i loro figli prossimi all’adolescenza” sostiene il dr. William Brinkman, autore dello studio e direttore della ricerca al Cincinnati Pediatric Research Group del Cincinnati Children’s Hospital. I ricercatori coordinati da Brinkman hanno analizzato i dati riguardanti oltre 2500 adolescenti di 12-15 anni e inseriti nell’indagine nazionale condotta tra il...

Pubblicato il 24-12-2014 in In rilievo , aggiornato al 23-01-2015 Leggi...

Condividi: 

Globalizzazione dell'ADHD. Espansione e crescita di un disturbo pediatrico

Negli Stati Uniti l’ADHD, il Disturbo da Deficit Attentivo con Iperattività, viene dagli anni ’60 diagnosticato e trattato: diagnosi e trattamento in progressivo aumento anche a livello internazionale.
Dopo aver documentato l’espansione dell’ADHD in un contesto globale, su Social Science and Medicine vengono considerate le modalità diagnostiche e terapeutiche in corso in cinque Paesi: Gran Bretagna, Germania, Francia, Italia e Brasile. Nei paragrafi che compongono lo studio realizzato da Peter Conrad e Meredith Bergey vengono identificati e descritti i diversi strumenti che influenzano la raccolta dei dati per la diagnosi dell’ADHD; la presenza dell’industria farmaceutica internazionale e...

Pubblicato il 19-12-2014 in In rilievo , aggiornato al 22-12-2014 Leggi...

Condividi: 

1allegato

Newsletter Registro Italiano ADHD - Dicembre 2014

Pubblicato il 19-12-2014 in Il Registro italiano dell'ADHD , aggiornato al 23-12-2014 Leggi...

Condividi: 

1allegato

AIDAI Toscana. IV Convegno Regionale "Attenzione bambini a scuola", 31 gennaio 2015, Prato, Palazzo Vescovile, Piazza Duomo

Il Disturbo da Deficit di Attenzione/Iperattività (ADHD) è un disturbo di tipo neurobiologico che interessa l’1% dei bambini in età scolare e si manifesta con difficoltà di attenzione e concentrazione, incapacità a controllare l’impulsività e difficoltà nel regolare il livello di attività motoria.
Qualsiasi bambino può normalmente manifestare in determinate situazioni uno o più dei comportamenti sopra descritti; parliamo di disturbo quando tali modalità di comportamento sono presenti fin dalla prima infanzia, persistono in tutti i contesti di vita (casa, scuola, attività ricreative) e interferiscono sensibilmente con le capacità di funzionamento e adattamento quotidiano.
Il percorso di crescita di bambini con ADHD è infatti spesso caratterizzato da una...

Pubblicato il 11-12-2014 in Appuntamenti , aggiornato al 15-12-2014 Leggi...

Condividi: 

Note legali


© - Istituto Superiore di Sanità Viale Regina Elena 299 - 00161 - Roma (I)
Partita I.V.A. 03657731000 - C.F. 80211730587 - Note legali

ISS Home