Seguendo questo link salti il contenuto della pagina e vai direttamente alla Mappa del sito a fondo pagina
(IT)
   Responsabile: Gruppo di lavoro
Sei in:
Altri Arbovirus

La Sorveglianza delle altre Arbovirosi in Italia

Al momento attuale ci sono oltre 100 virus classificati come arbovirus, in grado di causare malattia nell’uomo. La maggior parte di questi appartengono a famiglie e generi tra i quali i Togaviridae (Alphavirus), i Flaviridae (Flavivirus) e i Bunyaviridae (Bunyavirus e Phlebovirus) sono i più noti. Gli arbovirus possono quindi essere causa di infezioni sia importate che autoctone e possono causare malattie con differente presentazione clinica e, pertanto, devono essere considerate nella diagnosi differenziale in caso di storia di viaggio all'estero o in presenza di nota diffusione sul territorio nazionale. Nella Tabella allegata sono elencati alcuni arbovirus di particolare rilevanza, anche ai fini di una diagnosi differenziale rispetto ai virus Chikungunya, Dengue e Zika (Circolare del Ministero della Salute) e per i quali si raccomanda la segnalazione tramite la scheda di Segnalazione (Scheda di segnalazione Arbovirosi).

Si richiama pertanto l’attenzione delle Regioni e Province Autonome sulla necessità di segnalare eventuali casi umani di arbovirus elencati nella tabella allegata, tramite la scheda preposta (Scheda di segnalazione Arbovirosi), seguendo lo stesso flusso informativo, che ad ogni buon fine si riporta.
Un caso di infezione da arbovirus tra quelli elencati in Tabella 1 della Circolare ministeriale deve essere segnalato secondo il seguente flusso:
1) il medico che sospetta il caso, sulla base della sintomatologia clinica , deve segnalarlo entro 12 ore all’Azienda sanitaria competente ed inviare tempestivamente i campioni per la diagnosi di laboratorio. I test diagnostici necessari dovranno essere inviati (previo contatto diretto per concordare tipo di esami e modalità di invio):
- al laboratorio di riferimento regionale, ove identificato;
- e/o al laboratorio di riferimento nazionale (Dipartimento Malattie Infettive Parassitarie ed Immunomediate, Istituto Superiore di Sanità, tel. 06 49902663, fax 06 49902813; e-mail: arbo.mipi@iss.it);
2) Una volta stabilita la positività agli esami di laboratorio sulla base dell’organizzazione regionale, il caso va immediatamente segnalato dalla struttura dell’Azienda sanitaria che si occupa della sorveglianza epidemiologica alla Regione/PA e da questa, entro 12 ore al Ministero della Salute (Fax 0659943096; e-mail: malinf@sanita.it) e all’Istituto Superiore di Sanità (Fax 0644232444 - 0649902813; e-mail: sorveglianza.epidemiologica@pec.iss.it), mediante l’apposita scheda (Scheda di segnalazione).

Informazioni aggiornate su focolai epidemici di arbovirosi nel mondo, responsabili di eventuali casi importati anche in Italia, possono essere reperite sui siti web:
- Ministero della Salute
- ECDC
- OMS
- CDC

Allegati

Pubblicato il 27-07-2015 in Altri Arbovirus , aggiornato al 30-08-2016

Condividi: 

Note legali


© - Istituto Superiore di Sanità Viale Regina Elena 299 - 00161 - Roma (I)
Partita I.V.A. 03657731000 - C.F. 80211730587 - Note legali

ISS Home

Informiamo i visitatori, in virtù della individuazione delle modalità semplificate per l'informativa e l'acquisizione del consenso per l'uso dei cookie - 8 maggio 2014 (Pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 126 del 3 giugno 2014), che questo sito utilizza direttamente solo cookie tecnici.[Ho letto]