Seguendo questo link salti il contenuto della pagina e vai direttamente alla Mappa del sito a fondo pagina
(IT)
   Responsabile: Emanuela Polidori
Sei in:
Cosa si intende per Mobbing

COSA SI INTENDE PER MOBBING

Per mobbing si intende una forma di violenza morale o psichica nell’ambito del contesto lavorativo, attuato dal datore di lavoro o da dipendenti nei confronti di altro personale.
Esso è caratterizzato da una serie di atti, atteggiamenti o comportamenti diversi e ripetuti nel tempo in modo sistematico ed abituale, aventi connotazioni aggressive, denigratorie o vessatorie tali da comportare un’afflizione
lavorativa idonea a compromettere la salute e/o la professionalità e la dignità del dipendente sul luogo di lavoro, fino all’ipotesi di escluderlo dallo stesso contesto di lavoro (Art. 24, comma 1, CCNL-Ricerca).

L’ISS ricomprende il disagio psicologico e il mobbing fra i rischi che è tenuto a valutare e a prevenire per la tutela della salute dei lavoratori affiancandoli ai rischi classicamente intesi derivanti da macchine, impianti, agenti fisici, chimici e biologici.

Il comportamento mobbizzante sussiste quando possiede le seguenti caratteristiche:
- è reiterato e protratto nel tempo;
- è sistematico;
- è manifestazione di un disegno preordinato, non necessariamente esplicito, ai danni della lavoratrice/ore.

Pubblicato il 09-12-2009 in Cosa si intende per Mobbing , aggiornato al 21-10-2010

Condividi: 

Note legali


© - Istituto Superiore di Sanità Viale Regina Elena 299 - 00161 - Roma (I)
Partita I.V.A. 03657731000 - C.F. 80211730587 - Note legali

ISS Home

Informiamo i visitatori, in virtù della individuazione delle modalità semplificate per l'informativa e l'acquisizione del consenso per l'uso dei cookie - 8 maggio 2014 (Pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 126 del 3 giugno 2014), che questo sito utilizza direttamente solo cookie tecnici.[Ho letto]