Seguendo questo link salti il contenuto della pagina e vai direttamente alla Mappa del sito a fondo pagina
(IT)
   Responsabile: Alessandro Polichetti
Sei in:
Normative di protezione e linee guida

Linee guida ICNIRP

Le linee guida dell’ICNIRP costituiscono delle raccomandazioni ai governi nazionali per l’adozione di limiti di esposizione per la protezione del pubblico e dei lavoratori. Queste raccomandazioni si basano esclusivamente sui dati scientifici, senza considerare aspetti sociali ed economici. Un criterio fondamentale adottato nello sviluppo di queste linee guida è che solamente gli effetti ragionevolmente accertati sulla base dei risultati coerenti di diversi studi di alta qualità possono costituire la base per la definizione di limiti di esposizione.

Le raccomandazioni dell’ICNIRP sono state fatte proprie da numerosi paesi che le hanno adottate come proprie norme nazionali. In particolare, l’Unione Europea ha emanato nel 1999 una raccomandazione agli stati membri affinché adottassero un quadro comune di norme per la protezione del pubblico, basate appunto sulle linee guida dell’ICNIRP. A questa ha fatto seguito nel 2004 una direttiva per la protezione dei lavoratori, anch’essa basata sulle stesse raccomandazioni.

Il sistema di protezione sviluppato dall’ICNIRP è complesso, per poter essere adattato alla grande varietà di condizioni di esposizione cui si può essere soggetti a causa delle molteplici sorgenti esistenti. Esso prevede le cosiddette "restrizioni di base", cioè limiti massimi espressi in termini di grandezze fisiche biologicamente efficaci, direttamente associate agli effetti biologici.
A fini pratici, alle restrizioni di base, generalmente espresse in termini di grandezze fisiche interne al corpo (connesse ad esempio alle correnti elettriche indotte o all’energia elettromagnetica assorbita nei tessuti biologici) vengono associati dei livelli di riferimento espressi in termini dei campi elettromagnetici esterni a cui la persona è esposta. In ogni passo di questo procedimento vengono adottate ipotesi pessimistiche (la cosiddetta "condizione del caso peggiore"), cosicché i limiti raccomandati risultano molto cautelativi nei confronti di tutti gli effetti sulla salute scientificamente accertati.

Allegati

Pubblicato il 21-12-2007 in Normative di protezione e linee guida , aggiornato al 23-01-2017

Condividi: 

Note legali


© - Istituto Superiore di Sanità Viale Regina Elena 299 - 00161 - Roma (I)
Partita I.V.A. 03657731000 - C.F. 80211730587 - Note legali

ISS Home

Informiamo i visitatori, in virtù della individuazione delle modalità semplificate per l'informativa e l'acquisizione del consenso per l'uso dei cookie - 8 maggio 2014 (Pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 126 del 3 giugno 2014), che questo sito utilizza direttamente solo cookie tecnici.[Ho letto]