Seguendo questo link salti il contenuto della pagina e vai direttamente alla Mappa del sito a fondo pagina
(IT) EN
   Responsabile: Angela Teresa Maria Spinelli
Sei in:
Argomenti

Banca biologica

E’ una banca di popolazione, si basa cioè sulla raccolta di campioni biologici su popolazione generale, arruolata in modo casuale dalla popolazione residente. L’importanza di questa banca di popolazione risiede nel fatto che i campioni biologici sono linkati con i dati raccolti al momento del prelievo biologico: stili di vita (attività fisica, alimentazione, abitudine al fumo), esami ematochimici (assetto lipidico, glicemia) ed esami strumentali (ECG, densitometria ossea, spirometria, monossido di carbonio). Inoltre è attivo il follow-up della mortalità totale e specifica per causa, degli eventi fatali e non fatali coronarici e cerebrovascolari e delle principali patologie cronico-degenerative. Questo permette di rispondere a quesiti eziologici attraverso la realizzazione di nested case-control studies. La banca viene aperta quando dalle coorti seguite longitudinalmente si sono sviluppati un numero sufficiente di eventi tali da poter rispondere a quesiti eziologici importanti per la salute pubblica, che non abbiano avuto risposta da precedenti studi italiani. I campioni biologici conservati sono utilizzati esclusivamente per fini di ricerca e solo previo consenso del donatore. La banca biologica è gestita nel rispetto delle raccomandazioni e linee guida etiche internazionali e delle leggi nazionali.

La banca biologica del CNESPS fa parte dei “Progetti Speciali” dell’ISS triennio 2009-2011, è riconosciuta dal BBMRI (Biobanking and Biomolecular Resources Research Infrastructure) e catalogata nel P3G Observatory. Dal 1987 gli studi longitudinali sulle malattie cronico-degenerative, in particolare sulle malattie cardio-cerebrovascolari (Studio MATISS e Studio FINE, condotti in alcuni comuni della provincia di Latina, di Bologna e di Ascoli Piceno), hanno associato, alla raccolta di informazioni ed esami sulla popolazione generale adulta, una raccolta di campioni biologici, con la conservazione di aliquote di siero in freezer a -30°C; dal 1993, sempre sugli stessi studi longitudinali, è iniziata una sistematica raccolta di siero, plasma, buffy coat, emazie impacchettate, immersi in parte in azoto liquido e in parte conservati in freezer a -80°C; nel 1998 in occasione dell’indagine trasversale condotta su tutta l’Italia nell’ambito dell’Osservatorio Epidemiologico Cardiovascolare sono stati raccolti campioni di siero e di sangue intero conservati in parte in vapori di azoto; dal 2008, ed è ancora in corso, nell’ambito della Health Examination Survey è associata la raccolta di campioni di siero, plasma, buffy coat ed emazie impacchettate conservati in azoto liquido, nonché campioni di raccolte di urine delle 24 ore e conservate a -80°C. Dal 2007 vengono raccolti per il Registro Nazionale Gemelli campioni di saliva con kit postali (Oragene DNA).

Al momento attuale afferiscono alla banca biologica del CNESPS i campioni biologici di diversi studi epidemiologici: -il Progetto CUORE, il cui obiettivo è quello di rispondere a quesiti eziologici nel campo delle malattie cardio-cerebrovascolari, in particolare la stima del rischio cardiovascolare della popolazione italiana e sulla ricerca di nuovi fattori di rischio; si tratta di campioni biologici appartenenti a 20.000 individui. - il Progetto IPREA, e il Progetto DEMENZE il cui obiettivo è quello di valutare i disturbi cognitivi nella popolazione italiana e di valutare l’associazione fra fattori di rischio e declino cognitivo con campioni biologici appartenenti a 2900 individui. - il Registro Nazionale Gemelli, il cui obiettivo è quello di stimare il ruolo che fattori ereditari ed ambientali rivestono nell’eziopatogenesi di malattie multifattoriali o comunque, più generalmente, nell’espressione fenotipica di caratteri complessi, normali e/o patologici attraverso l’osservazione e lo studio di popolazioni gemellari, con campioni biologici appartenenti a 1250 gemelli. - il Progetto ESEN, il cui obiettivo era di valutare l’immunità verso le malattie prevenibili da vaccino di un campione rappresentativo della popolazione italiana: si tratta di campioni di siero di 3500 individui.

Responsabile della Banca di campioni biologici del CNESPS è Simona Giampaoli, Il comitato scientifico è formato dai responsabili degli studi di popolazione che afferiscono alla banca: Antonia Stazi, Emanuele Scafato, Cristina Rota, Lorenza Nisticò, Chiara Donfrancesco. Per la parte etica è consulente Virgilia Toccaceli. La parte tecnico-organizzativa è curata da Cinzia Lo Noce.

Pubblicato il 11-06-2006 in Argomenti , aggiornato al 27-07-2010

Condividi: 

Note legali


© - Istituto Superiore di Sanità Viale Regina Elena 299 - 00161 - Roma (I)
Partita I.V.A. 03657731000 - C.F. 80211730587 - Note legali

ISS Home

Informiamo i visitatori, in virtù della individuazione delle modalità semplificate per l'informativa e l'acquisizione del consenso per l'uso dei cookie - 8 maggio 2014 (Pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 126 del 3 giugno 2014), che questo sito utilizza direttamente solo cookie tecnici.[Ho letto]