Seguendo questo link salti il contenuto della pagina e vai direttamente alla Mappa del sito a fondo pagina
(IT)
   Responsabile: Stefano Vella
Sei in:
 I contenuti più aggiornati

Forse non tutti sanno che … il fumo fa male

Il fumo delle sigarette è causa di gravi patologie. “A causa del fumo per ogni decesso che si verifica in un anno, ci sono da 15 a 20 persone che vivono con malattie gravi” ha dichiarato Terry Pechacek, direttore del dipartimento su fumo e salute pubblica dei CDC, Centers for Disease Control and Prevention, e autore dello studio pubblicato il 13 ottobre su Jama, Journal of the American Medical Association. “Fumare non solo uccide ma danneggia la salute e rende peggiore la qualità della vita”, ha commentato Pechacek.
Secondo le rilevazioni del Food and Drug Administration e CDC, il fumo danneggia ogni distretto dell’organismo e spesso causa gravi malattie come enfisema, diabete e cancro al colon. Ancor più...

Pubblicato il 13-10-2014 in Osservatorio , aggiornato al 20-10-2014 Leggi...

Condividi: 

Le buone abitudini di vita sconfiggono il cancro al colon

Nella vita quotidiana seguire qualche sana abitudine dovrebbe contribuire a ridurre i rischi di insorgenza di tumore al colon.
Come pubblicato il 10 ottobre su BMC Medicine, i ricercatori hanno analizzato i dati provenienti da oltre 347mila cittadini europei monitorati per 12 anni, periodo in cui sono stati diagnosticati quasi 3760 casi di cancro al colon.
Per lo studio gli autori hanno valutato il corretto peso corporeo, la diminuzione del grasso ventrale, l’attività fisica regolare, il non fumare, il consumo limitato di alcol e una dieta bilanciata con molta frutta, verdura, pesce, yogurt, noci e semi, con...

Pubblicato il 10-10-2014 in Osservatorio , aggiornato al 16-10-2014 Leggi...

Condividi: 

Le medicine responsabili di reazioni allergiche fatali. Studio

Nonostante le allergie alimentari abbiano raccolto molta attenzione per i casi di shock anafilattico che si verificano, uno studio pubblicato su Journal of Allergy and Clinical Immunology segnala come oggi il maggior pericolo di reazioni allergiche letali provenga dalle medicine.
Lo studio condotto dalla dr.ssa Elina Jerschow, direttore del Drug Allergy Center al Montefiore Medical Center e professore associato di medicina all’Albert Einstein College of Medicine di New York City, ha trovato che poco più di un decennio fa, quasi il 60% dei decessi erano relativi ad allergie da farmaco, mentre meno del 7% erano le morti causate da allergie alimentari.
Il team coordinato dalla Jerschow ha analizzato i certificati di morte ricevuti dal...

Pubblicato il 10-10-2014 in Osservatorio , aggiornato al 17-10-2014 Leggi...

Condividi: 

Lascia a desiderare l’igiene dei pazienti ricoverati in ospedale

I pazienti ricoverati in ospedale non si lavano le mani, neanche quando escono dal bagno o prima di sedersi a tavola. Queste modalità di comportamento non corrette li espongono al rischio di infezioni nosocomiali.
“Spiegare ai pazienti l’importanza di questa pratica di igiene deve servire a ridurre i rischi infettivi ospedalieri” sostiene la principal investigator dr.ssa Jocelyn Srigley, professore associato di medicina alla McMaster University Michael G. DeGroote School of Medicine e direttore per la prevenzione e il controllo delle infezioni all’Hamilton Health Sciences.
Lo studio pubblicato il 2 ottobre su Infection Control and Hospital Epidemiology ha considerato 300...

Pubblicato il 09-10-2014 in Osservatorio , aggiornato al 17-10-2014 Leggi...

Condividi: 

Ebola. Aeroporti americani, scattano le misure di sicurezza

I cinque più grandi aeroporti degli Stati Uniti inizieranno il controllo dei viaggiatori che entrano nel Paese provenienti dalle tre Nazioni dell’Africa Occidentale più duramente colpite dall’epidemia di Ebola. Per il dr. Tom Frieden, direttore dei Centers for Disease Control and Prevention, CDC, i cinque scali aeroportuali ricevono il 94% dei 150 viaggiatori che arrivano ogni giorno negli Stati Uniti e provenienti da Guinea, Liberia e Sierra Leone.
Il primo aeroporto, il JFK International Airport di New York City, inizierà a intensificare le procedure di screening dei viaggiatori da sabato 11 ottobre. La struttura di NY riceve da sola quasi la metà di tutti i viaggiatori dalle tre aree colpite da Ebola.
Gli altri quattro scali...

Pubblicato il 08-10-2014 in Osservatorio , aggiornato al 14-10-2014 Leggi...

Condividi: 

Note legali


© - Istituto Superiore di Sanità Viale Regina Elena 299 - 00161 - Roma (I)
Partita I.V.A. 03657731000 - C.F. 80211730587 - Note legali

ISS Home