Seguendo questo link salti il contenuto della pagina e vai direttamente alla Mappa del sito a fondo pagina
(IT)
   Responsabile: Loredana Musmeci
Sei in:
Aree agricole in siti contaminati

AREE AGRICOLE IN SITI CONTAMINATI

In questo sezione viene affrontata la problematica legata alla presenza di aree agricole all’interno di siti contaminati definiti di Interesse Nazionale (SIN) o meno.
In Italia, il D. Lgs. 152/2006 “Norme in materia ambientale”, nella Tabella 1 Allegato 5 della Parte quarta Titolo V, definisce i valori limite di concentrazione dei contaminanti nei suoli solo per due destinazioni d’uso: “residenziale/verde pubblico e/o privato” e “commerciale/industriale” e non indica apposite disposizioni per i suoli destinati alla produzione agricola e all’allevamento. L’unico riferimento è riportato nell’art. 241. “Regolamento aree agricole” che, rimanda ad un successivo decreto, da adottarsi di concerto tra i Ministeri dell’Ambiente, della Salute e delle Politiche Agricole, il quale non è mai stato emanato.
Si pone quindi, il problema di individuare quali possano essere i limiti, per i contaminanti nei suoli, utilizzabili come valori di riferimento, nonché quali criteri adottare per la valutazione del rischio a cui la popolazione è esposta mediante il consumo di alimenti, prioritariamente di origine vegetale e, in secondo luogo, di origine animale, provenienti dalle aree potenzialmente contaminate.

Allegati

Pubblicato il 09-07-2013 in Aree agricole in siti contaminati , aggiornato al 21-11-2013

Condividi: 

Note legali


© - Istituto Superiore di Sanità Viale Regina Elena 299 - 00161 - Roma (I)
Partita I.V.A. 03657731000 - C.F. 80211730587 - Note legali

ISS Home

Informiamo i visitatori, in virtù della individuazione delle modalità semplificate per l'informativa e l'acquisizione del consenso per l'uso dei cookie - 8 maggio 2014 (Pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 126 del 3 giugno 2014), che questo sito utilizza direttamente solo cookie tecnici.[Ho letto]