Seguendo questo link salti il contenuto della pagina e vai direttamente alla Mappa del sito a fondo pagina
(IT)
Sei in:
Ooops :)

Serve aiuto?!

Se hai raggiunto questa pagina inserendo un indirizzo a mano, ti consigliamo di utilizzare la navigazione del sito per evitare errori di battitura.
Se ritieni invece che la comparsa di questo messaggio sia causata da un nostro errore, cortesemente contattaci.


Need Help?!

If you reached this page by typing an address in your browser, please use the ISS website navigation to avoid errors.
However if you think there's something wrong in our work, please contact us.


Forse potrebbero interessarti questi contenuti

Vaccino Tat, potenziata l’efficacia della terapia antiretrovirale e stimolato il sistema immunitario

I risultati della seconda fase di sperimentazione del vaccino Tat pubblicati oggi su Retrovirology ISS 29 aprile 2015 Il Vaccino Tat in associazione alla terapia farmacologica (HAART) è in grado di stimolare il sistema immunitario di un paziente con HIV aumentando l'efficacia degli antiretrovirali e di aumentare sensibilmente le cellule T CD4+, bersaglio del virus. È questo il risultato della seconda fase di sperimentazione del vaccino Tat, messo a punto dall’équipe guidata da Barbara Ensoli, Direttore del Centro Nazionale Aids dell’Istituto Superiore di Sanità, condotta su 168 pazienti, seguiti per tre anni consecutivi, in undici centri clinici italiani diffusi in tutta la penisola. Ai pazienti con infezione da HIV è stato somministrato il vaccino alle dosi di 7.5...

Pubblicato il 29-04-2015 in Primo Piano , aggiornato al 30-04-2015 Leggi...

Condividi: 

7allegati

Alcol: calano i consumi e aumentano gli astemi. A maggior rischio minori e anziani[

 ISS 16 aprile 2016Alcol: calano i consumi e aumentano gli astemi. A maggior rischio minori e anziani Cala il consumo di alcol, aumentano gli astemi, diminuiscono i consumatori e i binge drinkers ma quelli a rischio sono circa 8 milioni: i target vulnerabili sono i minori, i giovani, le donne e soprattutto gli anziani. Sono questi gli ultimi dati dell’Istituto Superiore di Sanità presentati oggi nell’ambito dell’Alcol Prevention Day. Ogni italiano consuma mediamente circa 6 litri di alcol l’anno, soprattutto vino. Questa quota è di certo un rilevante obiettivo di salute pubblica e annovera l’Italia tra i Paesi più virtuosi in termini di conseguimento del goal stabilito e concordato nell’ambito delle più importanti strategie globali di contrasto al rischio...

Pubblicato il 16-04-2015 in Primo Piano , aggiornato al 30-04-2015 Leggi...

Condividi: 

Settimana europea della gioventù: l'impegno dell'ISS

ISS 27 aprile 2015 Liberare il potenziale dei giovani e promuovere l’ingresso al lavoro. Sono questi i due temi portanti della Settimana Europea della Gioventù, lanciata dalla Commissione Europea e giunta quest’anno alla sua settima edizione. A partire da oggi e fino al 10 maggio molti eventi sono stati organizzati in tutti i Paesi dell’UE. In Italia, l’Istituto Superiore di Sanità è particolarmente attento ai giovani, attraverso lo studio di alcuni aspetti critici per il benessere psico-fisico delle giovani generazione in quanto riguardano la messa in atto di comportamenti a rischio di Infezioni Sessualmente Trasmesse (IST), l’abitudine al fumo, l’abuso di alcol. Al fine di ricevere informazioni scientificamente corrette e aggiornate per la salvaguardia della propria...

Pubblicato il 27-04-2015 in Primo Piano , aggiornato al 29-04-2015 Leggi...

Condividi: 

Un corso FAD organizzato dal CNMR e dall’Ufficio Relazioni Esterne formerà e aggiornerà 5000 operatori sanitari sullo screening neonatale esteso. Iscrizioni aperte fino a Febbraio 2016 su www.eduiss.it

ISS 20 Aprile 2015Il punto sullo Screening Neonatale Esteso per la prevenzione delle malattie metaboliche congenite Lo screening neonatale rappresenta uno degli strumenti più avanzati della pediatria preventiva. Consiste in programmi di medicina preventiva secondaria basati sulla misurazione analitica di specifici metaboliti attraverso il prelievo di alcune gocce di sangue del neonato, con l’obiettivo di selezionare in modo precoce e tempestivo i soggetti a rischio per alcune malattie congenite per le quali sono disponibili trattamenti e terapie in grado di modificare la storia naturale della malattia. Nuove metodiche analitiche ad elevata sensibilità e specificità consentono oggi di ampliare l’offerta obbligatoria di screening neonatale attraverso l’avvio di programmi...

Pubblicato il 20-04-2015 in Primo Piano , aggiornato al 22-04-2015 Leggi...

Condividi: 

Guidelines International Network e Centro Nazionale Malattie Rare: una collaborazione nel settore delle linee guida per la pratica clinica

ISS 14 Aprile 2015 Nell’ambito del progetto europeo http://www.rarebestpractices.euRARE-Bestpractices dedicato alle linee guida sulle malattie rare e coordinato dal Centro Nazionale Malattie Rare (CNMR) dell’Istituto Superiore di Sanità (ISS), il CNMR collabora con il http://www.g-i-n.netGuidelines International Network (G-I-N), network nato nel 2002 e oggi comprendente 100 organizzazioni e 131 esperti distribuiti in 48 paesi. La missione di tale rete internazionale è quella di favorire e rafforzare le sinergie per lo sviluppo, l’adattamento e l’implementazione di linee guida per la pratica clinica e di promuovere il dibattito sulla qualità delle linee guida stesse. L’ultimo meeting annuale del Board of Trustees del Guidelines International Network si è tenuto lo...

Pubblicato il 14-04-2015 in Primo Piano , aggiornato al 15-04-2015 Leggi...

Condividi: 

Note legali


© - Istituto Superiore di Sanità Viale Regina Elena 299 - 00161 - Roma (I)
Partita I.V.A. 03657731000 - C.F. 80211730587 - Note legali

ISS Home