Seguendo questo link salti il contenuto della pagina e vai direttamente alla Mappa del sito a fondo pagina
(IT) EN
   Responsabile:  Stefano Lorenzetti
Sei in:
Partner

Partner Progetto LIFE-EDESIA

PARTNER DEL PROGETTO LIFE-EDESIA

Coordinating beneficiary: Istituto Superiore di Sanità (acronimo: ISS), Dipartimento di Sanità Pubblica Veterinaria e Sicurezza Alimenatare, Reparto di Tossicologia Alimentare e Veterinaria
http://www.iss.it/inte

Contatti:

Alberto Mantovani (coordinatore LIFE-EDESIA, Direttore del Reparto di Tossicologia Alimentare e Veterinaria), alberto.mantovani@iss.it

Stefano Lorenzetti (responsabile scientifico LIFE-EDESIA), stefano.lorenzetti@iss.it

L’Istituto Superiore di Sanità (ISS) è il principale ente pubblico tecnico-scientifico del Servizio Sanitario Nazionale italiano. L’ISS svolge attività di ricerca, controllo, formazione e consulenza nell'ambito della protezione della salute pubblica, compresa la consulenza scientifica del Ministero della Salute e la Commissione Europea. l'ISS è il principale ente italiano dedicato alla ricerca in materia di sanità pubblica. L’ISS conduce ricerca scientifica in una vasta gamma di settori, dalla ricerca molecolare e genetica all'avanguardia agli studi su fattori di rischio per la malattia e la disabilità basati sulla popolazione.
Le priorità di ricerca sono basate sui criteri stabiliti nel Piano Sanitario Nazionale.
Le attività principali delI’SS comprendono la valutazione del rischio chimico e tossicologico, la sicurezza alimentare ed ambientale e la salute umana. L’ISS è, inoltre, consulente scientifico a livello nazionale e comunitario su temi come il REACH, la sperimentazione e la valutazione di interferenti endocrini (IE), nonché nuove linee guida sui test tossicologici; quindi, L’ISS è una vera e propria interfaccia tra la ricerca e la valutazione dei rischi, fornendo servizi di consulenza scientifica a livello nazionale e internazionale (ad esempio EU / CE, IARC, NATO, OCSE, UNEP, OMS) e contribuendo a disposizioni normative nazionali e comunitarie. ISS è sede del Focal Point Italiano EFSA, chiave di volta della valutazione del rischio dell'UE per quanto riguarda cibo e sicurezza dei mangimi.


Associated Beneficiary 1 : Istituto di Ricerche Farmacologiche Mario Negri (acronym: IRFMN), Laboratorio di Chimica Ambientale e Tossicologia
www.marionegri.it

Contatti:

Emilio Benfenati (Capo del Laboratorio di Chimica Ambientale e Tossicologia) emilio.benfenati@marionegri.it

Alessandra Roncaglioni, alessandra.roncaglioni@marionegri.it

L’Istituto Mario Negri è una organizzazione privata non-profit sotto il D.P.R. (Decreto del Presidente della Repubblica Italiana) n. 361 del 5 aprile del 1961, è un ente abilitato a svolgere progetti di ricerca finanziato dal Governo italiano sotto D.P.R. no. 382 del 11 luglio 1980.
Il Dott. Emilio Benfenati, Direttore del Laboratorio di Chimica Ambientale e Tossicologia sta coordinando ed ha coordinato diversi progetti comunitari (tra cui i progetti LIFE ANTARES e CALEIDOS), di cui molti sulla tossicità e la modellistica ambientale. Ha coordinato, inoltre, altri progetti internazionali relativi al (Q) SAR, con Stati Uniti e partner europei.
Nel progetto Caesar è stato sviluppato un nuovo software per fini regolamentari per il REACH. Le attività di ricerca del Dott. Emilio Benfenati comprendono: Chimica computazionale; (Q) SAR; predizioni di tossicità; tossicologia ambientale, gestione ambientale, chimica ambientale, analisi di composti organici mediante spettrometria di massa; studi di metabolismo e valutazione del rischio.
Ha organizzato e co-organizzato conferenze/workshop/convegni sulle (Q) SAR e la modellazione e scienze ambientali, tra cui l'ultima edizione della conferenza SETAC a Milano, maggio 2011, con più di 2100 partecipanti. E 'autore e co-autore di oltre 200 pubblicazioni su riviste e libri internazionali.


Associated Beneficiary 2 : Università di Napoli "Federico II", Dipartimento Chimica Farmaceutica e Tossicologica (acronym: UNINAP)
www.unina.it

Contatti:

Elisa Perissutti, perissutt@unina.it

Ferdinando Fiorino, fefiorin@unina.it

L’UNINAP si occupa della progettazione e della sintesi di composti biologicamente attivi per mezzo di tecniche di sintesi in soluzione e in fase solida applicata sia alla chimica organica tradizionale che a quella assistita da microonde. Inoltre, l’UNINAP è da tempo impegnata nell’applicazione della “chimica combinatoriale assistita da microonde” allo sviluppo di “scaffold” per la sintesi di nuovi derivati eterociclici e peptidomimetici biologicamente attivi.
La nostra attività di ricerca nell’ambito della Chimica Farmaceutica è stata quindi rivolta alla progettazione e sintesi di nuovi derivati eterociclici, peptidici e peptidomimetici. Tale attività è documentata da circa 150 pubblicazioni su riviste internazionali e comunicazioni a convegni nazionali ed internazionali.

Infrastrutture di ricerca:

  • HPLC preparativa e analitica
  • forno a microonde specificamente progettato per la Sintesi Organica
  • forno a microonde specificamente progettato per Combichem
  • spettrometro NMR 400, 500 e 700 Mhz
  • LCQ spettrometro di massa a trappola ionica
  • API 2000 spettrometro di massa a triplo a quadrupolo

Allegati

Pubblicato il 30-09-2013 in Partner , aggiornato al 06-04-2016

Condividi: 

Note legali


© - Istituto Superiore di Sanità Viale Regina Elena 299 - 00161 - Roma (I)
Partita I.V.A. 03657731000 - C.F. 80211730587 - Note legali

ISS Home

Informiamo i visitatori, in virtù della individuazione delle modalità semplificate per l'informativa e l'acquisizione del consenso per l'uso dei cookie - 8 maggio 2014 (Pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 126 del 3 giugno 2014), che questo sito utilizza direttamente solo cookie tecnici.[Ho letto]