Seguendo questo link salti il contenuto della pagina e vai direttamente alla Mappa del sito a fondo pagina
(IT)
   Responsabile: Giovanni Rezza
Sei in:
Chi siamo

Unità Operativa Ricerca Psico-socio-comportamentale, Comunicazione, Formazione (UO RCF)

L’Unità Operativa Ricerca psico-socio-comportamentale, Comunicazione, Formazione (UO RCF), diretta dalla Dott.ssa Anna Maria Luzi e composta da medici, psicologi, esperti in comunicazione, legali e collaboratori tecnici di ricerca, opera all’interno del Dipartimento di Malattie Infettive, Parassitarie ed Immunomediate (Direttore Dott. Giovanni Rezza).
Le articolate e complesse attività condotte dall’Equipe dell’UO RCF riguardano le aree della ricerca, della prevenzione, della formazione, della consulenza e del coordinamento Reti, come di seguito sintetizzato.

ATTIVITÀ DI RICERCA

    - Studi Osservazionali condotti all’interno di Progetti di ricerca psico-socio-comportamentali nell’area delle Malattie Infettive, con particolare attenzione all’osservazione dei fattori che favoriscono il mancato accesso ai servizi di prevenzione, diagnosi e cura, degli aspetti socio-culturali, nonché alla rilevazione dei comportamenti a rischio di Infezioni Sessualmente Trasmesse nella popolazione generale e in specifici gruppi (migranti, giovani, donne, clienti di prostitute, uomini che hanno rapporti sessuali con uomini, persone tossicodipendenti). Tali Studi sono svolti, a livello nazionale e internazionale, in collaborazione con Istituzioni Italiane ed Europee.

    - Studi eziologici di popolazione, con particolare riferimento a gruppi vulnerabili afferenti ai medici di Medicina Generale, relativamente all’interazione tra agenti patogeni e fattori di rischio psico-socio-comportamentali.

    - Studi finalizzati al contrasto della violenza di genere e alla definizione di strategie efficaci per la realizzazione di reti territoriali mirate alla prevenzione del fenomeno (Valutazione pre e post formazione blended).

    - Messa a punto, nell’ambito di una linea di ricerca multicentrica, di Modelli Operativi comunicativo-relazionali per l’accoglienza e la presa in carico di persone migranti con patologie infettive. Il Modello Operativo è stato modulato anche per altri target, quali donne vittime di violenza e persone tossicodipendenti.

    - Studio per l’amplificazione e l’ottimizzazione di interventi di prevenzione dell’HIV e delle IST attraverso l’applicazione di differenti strumenti comunicativi.


Le diverse attività di ricerca, condotte con fondi extramurali erogati da Istituzioni pubbliche, hanno prodotto nel corso del tempo pubblicazioni scientifiche e hanno consentito la stesura di Linee di Indirizzo per gli operatori socio-sanitari impegnati con il target migranti e con il target delle persone tossicodipendenti.

ATTIVITÀ DI PREVENZIONE

    - Comunicazione personalizzata attraverso il Servizio nazionale di counselling telefonico “Telefono Verde AIDS e IST 800.861.061” che dal lunedì al venerdì dalle ore 13.00 alle ore 18.00 eroga in italiano, inglese e francese, informazioni scientifiche, aggiornate e personalizzate sull’infezione da HIV, sull’AIDS e sulle altre IST, fornite attraverso un colloquio specialistico mirato, nonché attraverso il contatto Skype. Un consulente in materia legale risponde il lunedì e il giovedì dalle ore 14.00 alle ore 18.00. La media annua di telefonate è di circa 20.000. Nell’arco di oltre 28 anni gli esperti del TV AIDS e IST hanno risposto a 752.412 telefonate.


    - Comunicazione istituzionale WEB 2.0 finalizzata alla promozione della salute e alla prevenzione delle IST attraverso:


  • uniticontrolaids
  • Twitter @UniticontroAIDS
  • YouTube “uniticontrolaids”
  • Skype “uniticontrolaids”
  • Campagne di web marketing (Google ADWords e posizionamento banner)
  • Web analisi.

    • - Supporto nelle Campagne informativo-educative e nei diversi eventi promossi ed organizzati dal Ministero della Salute.

      - Interventi di educazione alla salute tramite l’utilizzo di tecniche di comunicazione web relativamente alla prevenzione delle Infezioni Sessualmente Trasmesse rivolti a studenti di Scuole secondarie di primo e secondo grado e di Università.


    ATTIVITÀ DI FORMAZIONE

      - Progettazione, organizzazione e conduzione (responsabilità scientifica - coordinamento - docenza) di percorsi formativi di aggiornamento/perfezionamento, intra ed extramurali, su tematiche riguardanti la comunicazione efficace e il counselling vis à vis e telefonico in ambito sanitario, con particolare riferimento alla Malattie Infettive rivolti ad operatori del Servizio Sanitario Nazionale (SSN), di Organizzazioni Non Governative (ONG), di Associazioni di Volontariato (AV) e di Organismi Internazionali. Tale attività si svolge sull’intero territorio nazionale.

      - Messa a punto, coordinamento e conduzione di percorsi formativi blended (formazione de visu e Formazione A Distanza - FAD) mirati alla prevenzione della violenza di genere e alla creazione di reti territoriali impegnate nel contrasto del fenomeno.


    ATTIVITÀ DI CONSULENZA

      - Consulenza tecnico-scientifica per l’organizzazione e la gestione di servizi di counselling vis à vis e telefonico presenti all’interno di strutture pubbliche, organizzazioni non governative e associazioni di volontariato, su tematiche sanitarie emergenti.

      - Consulenza specialistica per il Ministero della Salute su tematiche riguardanti la comunicazione efficace ed il counselling vis à vis e telefonico nell’ambito delle Malattie Infettive (più recentemente incontri di training rivolti agli operatori del Ministero della Salute impegnati nel Servizio 1500 in occasione dell’emergenza Ebola).

      - Consulenza specialistica in ambito governativo e non, sulla comunicazione istituzionale sanitaria rivolta alla popolazione generale e a target specifici.


    COORDINAMENTO RETI

      - National Focal Point-Infectious Diseases and Migrant, network di oltre 60 esperti su tematiche inerenti la salute delle persone non italiane, impegnati in strutture pubbliche e non, presenti in 14 regioni del Nord, Centro e Sud Italia.

      - ReTe AIDS, network di 19 Servizi Telefonici governativi e non, impegnati nell’ambito dell’informazione/counselling telefonico sull’infezione da HIV e sulle IST presenti sul territorio nazionale.

      - Rete Odontoiatria pubblica e HIV, network territoriale di odontoiatri operanti all’interno di strutture pubbliche verso cui tutti gli operatori sanitari possono indirizzare le persone con infezione da HIV, che necessitano di cure dentali.


    L’attività di Rete ha consentito di condurre nel corso del tempo Survey e progetti di ricerca multicentrici.

    COLLABORAZIONI

      - Ministero della Salute

      - Ministero della Giustizia

      - ECDC

      - Dipartimento Politiche Antidroga,Presidenza del Consiglio dei Ministri

      - Università Tor Vergata di Roma

      - Policlinico Militare di Roma “Celio”

      - MIUR (Alternanza Scuola Lavoro)

      - Regioni

      - ASL

      - Comune di Roma

      - Ordini Professionali

      - Società Scientifiche



    EQUIPE
    Anna Maria Luzi (Direttore)
    Anna Colucci, Anna D’Agostini, Rosa Dalla Torre, Emanuele Fanales Belasio, Pietro Gallo, Eleonora Lichtner, Matteo Schwarz, Catia Valdarchi, Rudi Valli.

    Contatti
    Dr. Anna Maria Luzi
    Ricercatore Psicologo, Psicoterapeuta
    Direttore Unità Operativa "Ricerca psico-socio-comportamentale, Comunicazione, Formazione”
    Dip. Malattie Infettive, Parassitarie ed Immunomediate
    Tel. +39 0649902029 - Fax +39 0649902695 - email:Telefono Verde AIDS
    Istituto Superiore di Sanità, V.le Regina Elena, 299 - 00161 Roma

    Pubblicato il 03-03-2012 in Chi siamo , aggiornato al 16-05-2016

    Condividi: 

    Note legali


    © - Istituto Superiore di Sanità Viale Regina Elena 299 - 00161 - Roma (I)
    Partita I.V.A. 03657731000 - C.F. 80211730587 - Note legali

    ISS Home

    Informiamo i visitatori, in virtù della individuazione delle modalità semplificate per l'informativa e l'acquisizione del consenso per l'uso dei cookie - 8 maggio 2014 (Pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 126 del 3 giugno 2014), che questo sito utilizza direttamente solo cookie tecnici.[Ho letto]