Seguendo questo link salti il contenuto della pagina e vai direttamente alla Mappa del sito a fondo pagina
(IT)
   Responsabile: Mirella Taranto
Sei in:
Focus

La transizione sull'Italia della massa d'aria in arrivo da Fukushima non comporta rischi per la salute

ISS 24 MARZO 2011

Nota informativa riguardo il previsto arrivo sul ns. Paese di "nuvole contaminanti" dalle emissioni della centrale atomica giapponese di Fukushima

In riferimento alle notizie di stampa che preannunciano l’arrivo sul nostro Paese di una nube con tracce di radioattività a seguito delle emissioni dalla centrale nucleare giapponese di Fukushima, l’Istituto Superiore di Sanità fa presente quanto segue:

- l’arrivo di una nube contenente tracce (residui) della radioattività rilasciata durante l’incidente della centrale di Fukushima è previsto in base a modelli matematici sviluppati dall’IRSN (Institut de Radioprotection et de Sureté Nucléair, Francia), modelli che tengono conto dell’evoluzione della situazione meteorologica sulla Terra a partire dal 12 marzo 2011; non risultano al momento disponibili misure dirette che evidenzino un aumento della radioattività in aria in alcun Paese Europeo;

- in base a queste previsioni la concentrazione di radioattività nella nube dovrebbe essere inferiore a 1 mBq/m3 (un millesimo di Bequerel al metro cubo), cioè almeno da 1000 a 10000 volte inferiore a quella della nube che raggiunse l’Italia a seguito dell’incidente di Chernobyl; per questo sarà molto difficile riuscire a fare una misura diretta di tale livello di radioattività in aria anche utilizzando la strumentazione sofisticata di cui i Paesi Europei (Italia inclusa) dispongono;

- tenendo presente che questo istituto stimò la dose efficace media per persona connessa all’esposizione in Italia alla radioattività proveniente dalla centrale di Chernobyl in circa 1 mSv (un millesimo di Sievert), cioè circa un terzo della dose efficace media annuale connessa all’esposizione al fondo di radiazioni, e che l’impatto sanitario complessivo stimato per l’Italia era di circa tremila casi di tumori letali (a fronte dei circa 150 mila morti per tumore in Italia ogni anno), si può tentativamente stimare che la dose media associata al passaggio in Italia della nube proveniente dal Giappone sia più piccola di 1 microSv (un milionesimo di Sievert) o di 0.1 microSv (un decimo di milionesimo di Sievert) e che sostanzialmente nessun caso di tumore letale possa essere prevedibilmente associato a tale trascurabile esposizione;

- da tutto questo ne consegue che il presumibile impatto sanitario del passaggio sull’Italia della nube contenente tracce di radioattività residue delle emissioni dalla centrale nucleare di Fukushima sia di assoluta non rilevanza;

- di conseguenza al momento non è raccomandato alcun intervento precauzionale in Italia, e in particolare:

è da considerarsi del tutto inappropriata la somministrazione di iodio stabile (ioduro di potassio) alla popolazione o a fasce di essa o a qualunque singolo cittadino; a questo proposito si sottolinea che tale somministrazione non risulta essere stata raccomandata in nessun Paese Europeo e nemmeno negli Stati Uniti, dove pure la nube proveniente dal Giappone è arrivata prima e con potenziali concentrazioni di radioattività maggiori di quelle forse presenti al passaggio sull’Europa;

evitare di stare all’aperto è del tutto inutile, in quanto non vi sono rischi per la salute connessi al passaggio della nube sopra l’Italia;

- la presente nota è riferita alla situazione aggiornata al 23 marzo 2011.

Pubblicato il 24-03-2011 in Focus , aggiornato al 25-03-2011

Condividi: 

Note legali


© - Istituto Superiore di Sanità Viale Regina Elena 299 - 00161 - Roma (I)
Partita I.V.A. 03657731000 - C.F. 80211730587 - Note legali

ISS Home

Informiamo i visitatori, in virtù della individuazione delle modalità semplificate per l'informativa e l'acquisizione del consenso per l'uso dei cookie - 8 maggio 2014 (Pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 126 del 3 giugno 2014), che questo sito utilizza direttamente solo cookie tecnici.[Ho letto]