Seguendo questo link salti il contenuto della pagina e vai direttamente alla Mappa del sito a fondo pagina
(IT)
   Responsabile: Mirella Taranto
Sei in:
 I contenuti più aggiornati

1allegato

Screening neonatale esteso: il presente e le prospettive future in un convegno organizzato dal Centro Nazionale Malattie Rare

ISS 28 Maggio 2015

Lo screening neonatale in Italia e la proposta di un modello operativo nazionale per superare le disparità regionali nell’accesso ai servizi sanitari sono al centro del convegno "Screening Neonatale Esteso" organizzato dal Centro Nazionale Malattie Rare (CNMR) dell’Istituto Superiore di Sanità (ISS) e in programma il 28 Maggio 2015 all’ISS (Aula Pocchiari, dalle ore 8.45).

Durante la giornata, che sarà aperta dal Direttore Generale dell'ISS Angelo Lino Del Favero, saranno presentati i risultati del progetto per la definizione di una strategia nazionale per lo sviluppo e l’applicazione dello screening neonatale esteso, un percorso che negli ultimi due anni ha visto coinvolti l’ISS, il Ministero della Salute, l’Agenzia...

Pubblicato il 28-05-2015 in Primo Piano , aggiornato al 29-05-2015 Leggi...

Condividi: 

COMUNICATO STAMPA N° 8/2015 Fumo, situazione di stallo, non cala il numero di fumatori in Italia: sono 11 milioni gli amanti delle bionde. Rilevati per la prima volta i dati nel mondo dello sport: 1 atleta su 10 fuma. Si dimezza ancora l’uso della sigaretta elettronica

In occasione della Giornata Mondiale senza Tabacco l’ISS presenta il Rapporto 2015

ISS 29 maggio 2015

Gli italiani non rinunciano alle sigarette. Rimane praticamente invariato, infatti, il numero di fumatori rispetto al 2014: circa 10,9 milioni, il 20,8% della popolazione. "Il dato oramai consolidato - spiega il Prof. Walter Ricciardi, Commissario dell’ISS - è che la prevalenza di fumatori in Italia da 8 anni a questa parte rimane pressoché invariata, stupisce però che a fumare sia ancora uno sportivo su dieci, segno che dobbiamo ancora molto insistere sulla promozione dei corretti stili di vita soprattutto nei confronti dei giovani".

"La situazione di stallo - spiega Roberta Pacifici, Direttore dell’Osservatorio Fumo, Alcol e...

Pubblicato il 28-05-2015 in Comunicati stampa , aggiornato al 29-05-2015 Leggi...

Condividi: 

COMUNICATO STAMPA N°6/2015 - Il ruolo del paziente nella cartella clinica. All’ISS i primi risultati del progetto SToRe per progettare una cartella clinica partecipata con il paziente

Roma, 27 Maggio 2015

Cartella clinica. Un’anamnesi o una storia? È questa la domanda a cui cerca di rispondere il questionario on-line condotto nell’ambito del progetto europeo SToRe (Story Telling on Record), coordinato dal Centro Nazionale Malattie Rare dell’Istituto Superiore di Sanità partendo dal presupposto che il vissuto del paziente possa facilitare il percorso di diagnosi e cura basato sulla medicina delle evidenze. Solo venti pazienti su cento hanno un’unica cartella clinica e solo 4 su dieci possono avere accesso diretto alla cartella e la possibilità di integrarla.

I primi risultati del progetto sono stati resi noti oggi nel corso della Conferenza finale di SToRe, all’Istituto Superiore di Sanità.
"Si tratta di dati importanti...

Pubblicato il 27-05-2015 in Comunicati stampa , aggiornato al 28-05-2015 Leggi...

Condividi: 

Il ruolo del paziente nella cartella clinica. All’ISS i primi risultati del progetto S.T.o.Re per progettare una cartella clinica partecipata con il paziente

Roma, 27 Maggio 2015

Cartella clinica. Un’anamnesi o una storia? È questa la domanda a cui cerca di rispondere il questionario on-line condotto nell’ambito del progetto europeo SToRe (Story Telling on Record), coordinato dal Centro Nazionale Malattie Rare dell’Istituto Superiore di Sanità partendo dal presupposto che il vissuto del paziente possa facilitare il percorso di diagnosi e cura basato sulla medicina delle evidenze. Solo venti pazienti su cento hanno un’unica cartella clinica e solo 4 su dieci possono avere accesso diretto alla cartella e la possibilità di integrarla.

I primi risultati del progetto sono stati resi noti oggi nel corso della Conferenza finale di SToRe, all’Istituto Superiore di Sanità....

Pubblicato il 27-05-2015 in Primo Piano , aggiornato al 28-05-2015 Leggi...

Condividi: 

1allegato

All'ISS la Conferenza finale del progetto europeo S.T.o.Re, che promuove la medicina narrativa e la cartella clinica integrata

Una lecture sull’informazione in medicina di Sandro Spinsanti, fondatore e direttore dell’Istituto Giano per le Medical Humanities di Roma, aprirà la conferenza finale di S.T.o.Re., in programma il 27 Maggio 2015 all’Istituto Superiore di Sanità (ISS, Aula Bovet, ore 9.30).

S.T.o.Re., acronimo di Story Telling on Record, è un partenariato biennale coordinato dal Centro Nazionale Malattie Rare (CNMR) dell’ISS, diretto dalla Dott.ssa Domenica Taruscio, e finanziato dalla Commissione europea, finalizzato a favorire l’integrazione tra medicina basata sulle evidenze (EBM) e medicina basata sulle narrazioni (NBM) e a fornire ai medici e agli operatori sanitari gli strumenti per attuarla nella pratica...

Pubblicato il 26-05-2015 in Primo Piano , aggiornato al 28-05-2015 Leggi...

Condividi: 

Note legali


© - Istituto Superiore di Sanità Viale Regina Elena 299 - 00161 - Roma (I)
Partita I.V.A. 03657731000 - C.F. 80211730587 - Note legali

ISS Home