Seguendo questo link salti il contenuto della pagina e vai direttamente alla Mappa del sito a fondo pagina
(IT)
   Responsabile: Mirella Taranto
Sei in:
 I contenuti più aggiornati

Un corso FAD organizzato dal CNMR e dall’Ufficio Relazioni Esterne formerà e aggiornerà 5000 operatori sanitari sullo screening neonatale esteso. Iscrizioni aperte fino a Febbraio 2016 su www.eduiss.it

ISS 20 Aprile 2015

Il punto sullo Screening Neonatale Esteso per la prevenzione delle malattie metaboliche congenite
Lo screening neonatale rappresenta uno degli strumenti più avanzati della pediatria preventiva.
Consiste in programmi di medicina preventiva secondaria basati sulla misurazione analitica di specifici metaboliti attraverso il prelievo di alcune gocce di sangue del neonato, con l’obiettivo di selezionare in modo precoce e tempestivo i soggetti a rischio per alcune malattie congenite per le quali sono disponibili trattamenti e terapie in grado di modificare la storia naturale della malattia.

Nuove metodiche analitiche ad elevata sensibilità e specificità consentono oggi di ampliare l’offerta obbligatoria di screening neonatale...

Pubblicato il 20-04-2015 in Primo Piano , aggiornato al 22-04-2015 Leggi...

Condividi: 

COMUNICATO STAMPA N° 3/2015 Alcol: calano i consumi e aumentano gli astemi. A maggior rischio minori e anziani

ISS 16 aprile 2016

COMUNICATO STAMPA N° 3/2015

Alcol: calano i consumi e aumentano gli astemi. A maggior rischio minori e anziani Cala il consumo di alcol, aumentano gli astemi, diminuiscono i consumatori e i binge drinkers ma quelli a rischio sono circa 8 milioni: i target vulnerabili sono i minori, i giovani, le donne e soprattutto gli anziani. Sono questi gli ultimi dati dell’Istituto Superiore di Sanità presentati oggi nell’ambito dell’Alcol Prevention Day. Ogni italiano consuma mediamente circa 6 litri di alcol l’anno, soprattutto vino. Questa quota è di certo un rilevante obiettivo di salute pubblica e annovera l’Italia tra i Paesi più virtuosi in termini di conseguimento del goal stabilito e concordato nell’ambito delle più importanti...

Pubblicato il 16-04-2015 in Comunicati stampa , aggiornato al 16-04-2015 Leggi...

Condividi: 

7allegati

Alcol: calano i consumi e aumentano gli astemi. A maggior rischio minori e anziani[

 ISS 16 aprile 2016

Alcol: calano i consumi e aumentano gli astemi. A maggior rischio minori e anziani

Cala il consumo di alcol, aumentano gli astemi, diminuiscono i consumatori e i binge drinkers ma quelli a rischio sono circa 8 milioni: i target vulnerabili sono i minori, i giovani, le donne e soprattutto gli anziani. Sono questi gli ultimi dati dell’Istituto Superiore di Sanità presentati oggi nell’ambito dell’Alcol Prevention Day. Ogni italiano consuma mediamente circa 6 litri di alcol l’anno, soprattutto vino. Questa quota è di certo un rilevante obiettivo di salute pubblica e annovera l’Italia tra i Paesi più virtuosi in termini di conseguimento del goal stabilito e concordato nell’ambito delle più importanti strategie globali di contrasto al...

Pubblicato il 16-04-2015 in Primo Piano , aggiornato al 16-04-2015 Leggi...

Condividi: 

Guidelines International Network e Centro Nazionale Malattie Rare: una collaborazione nel settore delle linee guida per la pratica clinica

ISS 14 Aprile 2015

Nell’ambito del progetto europeo RARE-Bestpractices dedicato alle linee guida sulle malattie rare e coordinato dal Centro Nazionale Malattie Rare (CNMR) dell’Istituto Superiore di Sanità (ISS), il CNMR collabora con il Guidelines International Network (G-I-N), network nato nel 2002 e oggi comprendente 100 organizzazioni e 131 esperti distribuiti in 48 paesi.

La missione di tale rete internazionale è quella di favorire e rafforzare le sinergie per lo sviluppo, l’adattamento e l’implementazione di linee guida per la pratica clinica e di promuovere il dibattito sulla qualità delle linee guida stesse.

L’ultimo meeting annuale del Board of...

Pubblicato il 14-04-2015 in Primo Piano , aggiornato al 15-04-2015 Leggi...

Condividi: 

ISS, un “manuale” di ricette ed esercizi alla portata di tutti per mantenersi in buona salute

ISS 14/04/2015

Una sana alimentazione, una costante attività fisica e l’astensione dal fumo. Sono questi gli ingredienti cardine di un corretto stile di vita e, di conseguenza, della ricetta della salute. Non fermano l’inesorabile avanzare degli anni, non curano le patologie al posto dei farmaci, ma danno una grossa mano a mantenersi in forma e prevenirle. Ne sa qualcosa Jeremiah Stamler, professore emerito della Northwestern University di Chicago, uno dei massimi esperti al mondo di prevenzione cardiovascolare , che, ancora oggi, a 95 anni coordina studi epidemiologici e partecipa a varie iniziative, come in questo caso in cui ha collaborato con Simona Giampaoli, responsabile del Progetto Cuore dell’ISS e con Franco Bevilacqua, grafico, vignettista, giornalista, alla...

Pubblicato il 14-04-2015 in Primo Piano , aggiornato al 14-04-2015 Leggi...

Condividi: 

Note legali


© - Istituto Superiore di Sanità Viale Regina Elena 299 - 00161 - Roma (I)
Partita I.V.A. 03657731000 - C.F. 80211730587 - Note legali

ISS Home