Seguendo questo link salti il contenuto della pagina e vai direttamente alla Mappa del sito a fondo pagina
(IT)
   Responsabile: Mirella Taranto
Sei in:
 I contenuti più aggiornati

COMUNICATO STAMPA N°18/2017 Ricciardi, nei Pronto Soccorso il paziente è al centro se l’organizzazione è efficiente

ISS 24 marzo 2017

In relazione a quanto espresso ieri su La Stampa dal presidente dell'Agenas Francesco Bevere sulla necessità che a gestire gli ospedali siano manager con competenze altissime il presidente dell'Istituto Superiore di Sanità, Walter Ricciardi dichiara:

Il Pronto Soccorso è una struttura complessa che ha bisogno di un altissimo livello di competenza per essere organizzata e gestita.

Situazioni come quelle di Nola o di Cosenza sono, come ha giustamente sottolineato il presidente dell'Agenas, il risultato di un management inadeguato ed è necessario sempre più selezionare in maniera rigorosa direttori sanitari capaci di non lasciare soli i clinici nell’affrontare senza mezzi e risorse adeguati situazioni complesse ed emergenze come...

Pubblicato il 24-03-2017 in Comunicati stampa , aggiornato al 24-03-2017 Leggi...

Condividi: 

EURE-CART, al via il progetto europeo contro i tumori. L’ISS tra i partner

ISS 23/03/2017

Si è svolto a Milano lo scorso 27-28 febbraio, il kick-off meeting del progetto EURE-CART (EURopean Endeavour for Chimeric Antigen Receptor Therapies), coordinato da MolMed e portato avanti da un consorzio di 9 partner provenienti da 5 Paesi UE, tra cui l’Istituto Superiore di Sanità. L’obiettivo principale del progetto EURE-CART è la conduzione di una sperimentazione clinica multicentrica di Fase I/IIa, la prima nell’uomo, per dimostrare la sicurezza e l’efficacia dell’immunoterapia basata su linfociti CAR T-CD44v6 nella leucemia mieloide acuta e nel mieloma multiplo.

I linfociti CAR-T CD44v6 - sviluppati presso IRCCS Ospedale San Raffaele da Attilio Bondanza, a capo dell'Unità di Immunoterapie Innovative, e di proprietà di MolMed...

Pubblicato il 23-03-2017 in Primo Piano , aggiornato al 23-03-2017 Leggi...

Condividi: 

ISS, al via MoRoNet la Rete Nazionale di Laboratori di Riferimento per il morbillo e la rosolia

ISS 20/03/2017

Nasce MoRoNet, la Rete coordinata dal Laboratorio Nazionale di Riferimento (LNR) per il morbillo e la rosolia dell’Istituto Superiore di Sanità per rispondere agli standard chiesti dall’OMS relativi alla sorveglianza di laboratorio per le due malattie.

La costituzione di MoRoNet, ufficializzata in un convegno all’ISS - a cui partecipano Ministero della Salute, Commissione di Verifica Nazionale e dei responsabili dei Servizi di Prevenzione e dei Laboratori di Riferimento Regionali - avviene nell’ambito delle azioni previste dal Piano di Eliminazione per Morbillo e Rosolia, malattie ancora causa di decessi in Europa e per le quali l’OMS ha previsto l’eradicazione, del Ministero della Salute "Verso l’eliminazione di morbillo e...

Pubblicato il 20-03-2017 in Primo Piano , aggiornato al 20-03-2017 Leggi...

Condividi: 

CS n°17/2017 DICHIARAZIONE DEL PRESIDENTE DELL’ISS WALTER RICCIARDI Maddalena, cercare soluzioni adeguate senza rinunciare al rispetto degli standard di sicurezza nel parto

ISS, 20 marzo 2017

Partorire in Italia è generalmente un evento sicuro. Il nostro Paese in Europa è tra quelli con i migliori standard di sicurezza e sono in atto tante strategie sanitarie indirizzate a migliorare sempre più questo obiettivo. La chiusura dei punti nascita in cui ci sono pochi parti ogni anno è una di queste e non riguarda solo la razionalizzazione dei costi ma prima ancora serve a tutelare la salute della gestante e del nascituro.

Partorire in un centro che effettua un basso numero di parti è un fattore di rischio per mamma e bambino. Chiudere questi punti nascita significa evitare che in caso di complicanze gravi, ci si affidi a un centro privo di esperienza e soprattutto di risorse necessarie a gestire emergenze di tipo ostetrico o anche...

Pubblicato il 20-03-2017 in Comunicati stampa , aggiornato al 20-03-2017 Leggi...

Condividi: 

CS n°16/2017 Influenza, nell’inverno cresciuta in tutta Europa la curva di mortalità degli anziani

ISS 17/03/2017

L’Italia in testa con il 15% in più rispetto al valore atteso.
Sotto il 50% il trend di copertura vaccinale negli ultrasessantacinquenni.
Ricciardi: "Senza la vaccinazione, nella popolazione fragile il virus aggredisce di più"
.

Lo scorso inverno all’epidemia influenzale è stato associato un tasso di mortalità nella popolazione anziana più elevato rispetto alle attese.

In base ai dati del network EUROMOMO per il monitoraggio della mortalità, a cui partecipano 19 paesi europei, si è osservato un eccesso di decessi per tutte le cause nelle ultime due settimane di dicembre 2016 e nelle prime quattro di gennaio 2017 in Italia, come in Francia, Spagna e Portogallo, per...

Pubblicato il 17-03-2017 in Comunicati stampa , aggiornato al 20-03-2017 Leggi...

Condividi: 

Note legali


© - Istituto Superiore di Sanità Viale Regina Elena 299 - 00161 - Roma (I)
Partita I.V.A. 03657731000 - C.F. 80211730587 - Note legali

ISS Home

Informiamo i visitatori, in virtù della individuazione delle modalità semplificate per l'informativa e l'acquisizione del consenso per l'uso dei cookie - 8 maggio 2014 (Pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 126 del 3 giugno 2014), che questo sito utilizza direttamente solo cookie tecnici.[Ho letto]