Seguendo questo link salti il contenuto della pagina e vai direttamente alla Mappa del sito a fondo pagina
(IT)
  Responsabile: Settore Attività Editoriali
Sei in:
Rapporti ISTISAN

17/22 - Sistema informativo nazionale per la sorveglianza delle esposizioni pericolose e delle intossicazioni: casi rilevati nel 2013. Ottavo rapporto annuale. Laura Settimi, Franca Davanzo, Luciana Cossa, Felice Giordano, Anna Maria Giarletta, Elisabetta Urbani 2017, 80 p.

Sistema informativo nazionale per la sorveglianza delle esposizioni pericolose e delle intossicazioni: casi rilevati nel 2013. Ottavo rapporto annuale.
Laura Settimi, Franca Davanzo, Luciana Cossa, Felice Giordano, Anna Maria Giarletta, Elisabetta Urbani
2017, 80 p.

Nel 2013, il Sistema Informativo Nazionale per la Sorveglianza delle Esposizioni Pericolose e delle Intossicazioni (SIN-SEPI) ha rilevato 40.486 casi di esposizione umana. Per il 45% dei casi l’età è risultata inferiore ai 6 anni e per l’insieme della casistica il genere è risultato equamente distribuito. La maggior parte delle esposizioni (92%) si è verificata in ambiente domestico, circa il 79% dei casi è risultato esposto in modo accidentale, principalmente per accesso incontrollato (44%), errore terapeutico (10%) e travaso da contenitore originale (5%), mentre circa il 19% dei casi è stata vittima di esposizione intenzionale, principalmente per tentato suicidio (15%). Per il 38% dei casi è stato rilevato almeno un effetto clinico associabile all’esposizione, mentre per circa il 78% è stato prescritto almeno un intervento terapeutico. Il 40% dei casi è risultato esposto a Farmaci, il 58% a Non-farmaci e il 2% a entrambi. Le categorie secondarie di agente più frequentemente riportate sono state: prodotti per la pulizia di uso domestico (19%), sedativi/ipnotici/antipsicotici (10%), analgesici (7%), cosmetici/cura della persona, antidepressivi e antiparassitari (fitosanitari e uso non agricolo) (5%, rispettivamente), corpi estranei e antimicrobici (4%, rispettivamente).
Parole chiave: Esposizioni pericolose; Intossicazioni; Sorveglianza; Centri Antiveleni; Agenti chimici; Farmaci; Non farmaci



National informative system for surveillance of toxic exposures and poisonings: cases identified in 2013. 8th annual report.
Laura Settimi, Franca Davanzo, Luciana Cossa, Felice Giordano, Anna Maria Giarletta, Elisabetta Urbani
2017, 80 p. (in Italian)

In 2013, the National Informative System for Surveillance of Toxic Exposures and Poisonings in Italy (Sistema Informativo Nazionale per la Sorveglianza delle Esposizioni Pericolose e delle Intossicazioni, SIN-SEPI) detected 40,486 cases of human exposure. About 45% of cases were aged less than 6 years. Male and female individuals were equally distributed. About 92% of exposures occurred at home. Reason for exposure was unintentional for about 79% of cases, mainly related to uncontrolled access to the agent (44%), therapeutic error (10%), pouring from the original container to another (5%). Intentional circumstances were reported for 19% of cases and were mainly due to suicide attempt (15%). Clinical effects possibly related to exposure were coded in 38% of cases, while at least one treatment was reported in 78%. About 40% of cases were exposed to Pharmaceuticals and 58% to Non-pharmaceuticals. The most common categories of agents involved in human exposures were: cleaning substances (household) (19%), sedative/hypnotic/antipsychotic (10%), analgesics (7%), cosmetics/personal care products, antidepressants and pesticides (5%, respectively), foreign bodies and antimicrobials (4%, respectively).
Key words: Toxic exposures; Poisonings; Surveillance; Poison Control Centres; Chemical agents; Pharmaceuticals; Non-pharmaceuticals

Allegati

Pubblicato il 30-09-2017 in Rapporti ISTISAN , aggiornato al 02-10-2017

Condividi: 

Note legali


© - Istituto Superiore di Sanità Viale Regina Elena 299 - 00161 - Roma (I)
Partita I.V.A. 03657731000 - C.F. 80211730587 - Note legali

ISS Home

Informiamo i visitatori, in virtù della individuazione delle modalità semplificate per l'informativa e l'acquisizione del consenso per l'uso dei cookie - 8 maggio 2014 (Pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 126 del 3 giugno 2014), che questo sito utilizza direttamente solo cookie tecnici.[Ho letto]