Seguendo questo link salti il contenuto della pagina e vai direttamente alla Mappa del sito a fondo pagina
(IT) EN
   Responsabile: Marina Torre
Sei in:
Protesi Metallo-Metallo

16/10/2014 Sostituzioni articolari con accoppiamento metallo su metallo: la final opinion della Commissione europea

A chiusura della consultazione pubblica avviata tra marzo e aprile 2014, la Commissione europea e il Comitato scientifico sui rischi sanitari emergenti e recentemente identificati (Scientific Committee on Emerging Newly Identified Health Risks, Scenihr) pubblicano la final opinion sulla “Sicurezza delle sostituzioni articolari con accoppiamento metallo su metallo (Metal on Metal- MoM) con una particolare attenzione alle protesi di anca”. Tra le conclusioni dello Scenihr emerge che tutti i tipi di protesi d’anca MoM rilasciano metalli che, una volta che si trovano all’interno di tessuti e liquidi corporei, possono provocare effetti nocivi per la salute sia a livello locale che sistemico. A mostrare la più alta incidenza di reazioni locali sono gli impianti MoM con teste di grande diametro il cui impiego dovrebbe essere evitato nelle protesi totali per il loro elevato rischio di fallimento. Per approfondire leggi il commento a cura di Marina Torre, Ilaria Luzi (Registro italiano ArtroProtesi, Cnesps-Iss) su Epicentro nella sezione Malattie muscolo-scheletriche.

Pubblicato il 16-10-2014 in Protesi Metallo-Metallo , aggiornato al 03-02-2016

Condividi: 

Note legali


© - Istituto Superiore di Sanità Viale Regina Elena 299 - 00161 - Roma (I)
Partita I.V.A. 03657731000 - C.F. 80211730587 - Note legali

ISS Home

Informiamo i visitatori, in virtù della individuazione delle modalità semplificate per l'informativa e l'acquisizione del consenso per l'uso dei cookie - 8 maggio 2014 (Pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 126 del 3 giugno 2014), che questo sito utilizza direttamente solo cookie tecnici.[Ho letto]