Seguendo questo link salti il contenuto della pagina e vai direttamente alla Mappa del sito a fondo pagina
(IT)
   Responsabile: Clara Maria Ausiello
Sei in:
 I contenuti più aggiornati

Vaccini fungini

Negli ultimi quindici anni, il netto aumento d'incidenza delle infezioni fungine opportunistiche gravi e la sempre più ampia diffusione del fenomeno della farmaco-resistenza ha dato un nuovo impulso alla ricerca di vaccini antifungini. Contemporaneamente è migliorata la nostra comprensione dei meccanismi con cui i funghi causano malattia e di come la risposta immune li possa controllare, come pure le conoscenze cliniche utili a meglio identificare i soggetti a rischio, a definire chi potrebbe realmente beneficiare della vaccinazione e a stabilire come e quando eventualmente vaccinare. Notevoli sono stati anche gli avanzamenti delle biotecnologie per la preparazione di antigeni a potenziale valore vaccinale. Alcune formulazioni vaccinali sperimentali hanno fornito risultati molto...

Pubblicato il 04-03-2013 in Vaccini fungini , aggiornato al 04-03-2013 Leggi...

Condividi: 

Vaccini virali

I vaccini costituiscono a tutt'oggi il principale strumento di lotta nei confronti delle malattie virali. L'efficacia della loro utilizzazione, nella prevenzione delle infezioni virali che, successivamente all'infezione acuta, inducono immunità di lunga durata, è stata considerevole e paragonabile a quella dell'utilizzazione degli antibiotici nella lotta alle infezioni batteriche. I numerosi vaccini virali sviluppati negli ultimi 50 anni sono basati sull'applicazione delle tecnologie di coltivazione di cellule e d’espressione in vitro di geni virali. Sono costituiti: da particelle virali attenuate (vaccino anti-poliomielitico orale, anti-morbillo-parotite-rosolia, anti-varicella, anti-adenovirus, anti-rotavirus); da particelle virali inattivate (vaccino anti-poliomielitico...

Pubblicato il 04-03-2013 in Vaccini virali , aggiornato al 04-03-2013 Leggi...

Condividi: 

Vaccini parassitari

Inaspettate difficoltà incontrate nello sviluppo di vaccini parassitari hanno fatto riemergere la consapevolezza delle strategie di sopravvivenza che i parassiti hanno sviluppato durante la loro coevoluzione con l'ospite per milioni di anni. Oggigiorno, non esiste ancora un vaccino efficace a proteggere l'uomo da malattie di origine parassitaria. Il discorso è molto simile anche in campo veterinario, anche se vi sono stati e sono in atto un maggior numero di tentativi per lo sviluppo di presidi vaccinali verso le parassitosi animali che causano enormi perdite economiche e che spesso sono malattie trasmissibili all'uomo. L'avvento della biologia molecolare aveva portato grandi speranze per un rapido sviluppo di vaccini efficaci verso le più gravi patologie d’origine parassitaria....

Pubblicato il 04-03-2013 in Vaccini parassitari , aggiornato al 04-03-2013 Leggi...

Condividi: 

Adiuvanti e vaccini mucosalli

Gli Adiuvanti (dal latino "adjuvare" = aiutare) sono delle sostanze che amplificano la risposta immunitaria e sono presenti nei vaccini. Con la vaccinazione si vuole mimare il piu' possible l'infezione naturale e proteggere da futuri incontri con agenti patogeni. Tuttavia i vaccini non possono contenere l' agente patogeno come tale, e sono quindi basati o su molecole da esso derivate (come ad esempio le proteine) oppure su microorganismi correlati ma meno virulenti oppure su microorganismi uccisi, collettivamente chiamati "antigeni". Tali antigeni vaccinali, e in particolare le molecole purificate, non sono in grado di stimolare una risposta immunitaria efficiente come accade nel corso dell'infezione naturale e per questo motivo necessitano di un adiuvante. L' adiuvante finora usato per...

Pubblicato il 04-03-2013 in Adiuvanti e vaccini mucosali , aggiornato al 04-03-2013 Leggi...

Condividi: 

Vaccini della povertà

Niente può illustrare meglio che un po’ di numeri il drammatico rapporto fra povertà e malattie infettive. Stime dell’Organizzazione Mondiale della Sanità, dell’UNAIDS e di altri Enti Internazionali indicano in più di tre miliardi le persone infette da uno o più dei tre agenti più diffusi , cioè il plasmodio della malaria, il micobatterio della tubercolosi ed il retrovirus dell’immunodeficienza acquista. Per più del 90% queste infezioni sono concentrate nei Paesi poveri, con redditi inferiori a 100 dollari all’anno. Le stime di mortalità sono consequenziali : circa 5 milioni di decessi ogni anno. Nel loro complesso, ed insieme ad altre malattie infettive quali morbillo, meningiti e gastroenteriti , costituiscono la prima causa di morte al mondo , e comunque la...

Pubblicato il 04-03-2013 in Vaccini della povertà , aggiornato al 04-03-2013 Leggi...

Condividi: 

Note legali


© - Istituto Superiore di Sanità Viale Regina Elena 299 - 00161 - Roma (I)
Partita I.V.A. 03657731000 - C.F. 80211730587 - Note legali

ISS Home

Informiamo i visitatori, in virtù della individuazione delle modalità semplificate per l'informativa e l'acquisizione del consenso per l'uso dei cookie - 8 maggio 2014 (Pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 126 del 3 giugno 2014), che questo sito utilizza direttamente solo cookie tecnici.[Ho letto]