TEMA

Protezione dalle radiazioni

Emergenze nucleari e radiologiche

Si ha un’emergenza nucleare quando avviene il rilascio di sostanze radioattive nell'ambiente a seguito di un incidente in impianti nucleari, in impianti di stoccaggio di combustibile irraggiato o in depositi di rifiuti radioattivi, in navi a propulsione nucleare, in satelliti con sistemi nucleari a bordo o durante il trasporto di combustibile irraggiato.

Le emergenze radiologiche si riferiscono invece a eventi non connessi ad impianti nucleari ma che comportano comunque la diffusione di sostanze radioattive nell'ambiente, come gli eventi incidentali che coinvolgono sorgenti radioattive utilizzate in industrie, ospedali e laboratori di ricerca o durante il trasporto di materiale radioattivo.

L’Istituto Superiore di Sanità (ISS) svolge diverse attività per affrontare queste emergenze: partecipa al Centro di elaborazione e valutazione dati (Cevad), la struttura tecnica di valutazione che opera a supporto del Dipartimento della protezione civile in caso di emergenze, contribuisce all'informazione della popolazione e degli operatori, partecipa a progetti europei per migliorare la preparazione alle emergenze con un approccio radioprotezionistico.

Linee guida e documenti Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS)

Health risk assessment – from the nuclear accident after the 2011 Great East Japan Earthquake and Tsunami

Communicating Risk in Public Health Emergencies – A WHO Guideline for Emergency Risk Communication (ERC) policy and practice

Iodine thyroid blocking – Guidelines for use in planning for and responding to radiological and nuclear emergencies

WHO Guidance on Research Methods for Health Emergency and Disaster Risk Management (per ulteriori informazioni https://extranet.who.int/kobe_centre/en/project-details/GUIDANCE_ResearchMethods_HealthEDRM)

 


null OMS - Comunicare il rischio nelle emergenze sanitarie

Durante le emergenze sanitarie, le persone devono sapere quali sono i rischi per la salute e quali azioni possono intraprendere per proteggere la loro salute e la loro vita. Informazioni accurate fornite tempestivamente consentono alle persone di fare scelte e di intraprendere azioni per proteggere se stesse, le loro famiglie e le comunità dai pericoli per la salute.

La comunicazione del rischio è parte integrante di qualsiasi risposta di emergenza. È lo scambio in tempo reale di informazioni, consigli e opinioni tra esperti, leader della comunità, o funzionari e le persone a rischio. Durante le epidemie e le pandemie, le crisi umanitarie e i disastri naturali, un'efficace comunicazione del rischio permette alle persone più a rischio di comprendere e adottare un comportamento protettivo. Permette alle autorità e agli esperti di ascoltare e di rispondere alle preoccupazioni e alle esigenze delle persone in modo che la loro consulenza sia pertinente, affidabile e accettabile.

L'OMS fornisce delle linee guida per la comunicazione del rischio in caso di emergenza. Communicating Risk in Public Health Emergencies – A WHO Guideline for Emergency Risk Communication (ERC) policy and practice

Attività di divulgazione svolta nell'ambito del Centro di Collaborazione OMS Radiation and Health presso ISS