TEMA

Clima, ambiente e salute

Cambiamenti climatici

I cambiamenti climatici influenzano i determinanti della salute come la qualità dell’aria, la salute degli ecosistemi, la sicurezza idropotabile e la disponibilità di cibo. Patologie e decessi causati dall'aumento della temperatura, da eventi estremi, da ecosistemi alterati e/o inquinati rappresentano problemi rilevanti per le conseguenze negative in termini economici e per la salute della popolazione.

L’Istituto Superiore di Sanità (ISS) è in prima linea nelle azioni di ricerca e mitigazione dei rischi associati ai cambiamenti climatici e con la Carta di Roma su Salute e Cambiamenti Climatici, sottoscritta da circa 500 persone provenienti da 27 Paesi in occasione del 1° International Symposium on Health and Climate Change, fornisce ai decisori evidenze e raccomandazioni per fronteggiare la minaccia dei cambiamenti climatici.


null Effetti sulla salute dei cambiamenti climatici: il Profilo di Paese Italia

Il primo WHO UNFCCC Climate and health country profile for Italy nasce dallo studio intersettoriale e multidisciplinare, coordinato dal Ministero della Salute e dall’Istituto Superiore di Sanità (ISS), con il supporto della Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) e della Convenzione quadro delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici (UNFCCC) per descrivere il quadro di conoscenze, le attuali evidenze e gli scenari attesi su cambiamenti climatici e salute nelle aree di impatto più rilevanti nel nostro paese. 

Il Country profile rappresenta una base scientificamente solida per accrescere la consapevolezza dei cittadini e dei decisori sui temi più critici relativi a clima-ambiente e salute, per indurre azioni educative e di integrazione delle politiche di sorveglianza e risposta rapida alle emergenze, per aumentare la resilienza dei sistemi socio-sanitari e ambientali indirizzandosi verso una prevenzione “olistica” finalizzata ad azioni comuni per la protezione della salute umana e del pianeta. I risultati e le strategie delineate nel profilo del paese hanno costituito la base delle azioni del G7 Salute 2017 a Presidenza Italiana: con la “Dichiarazione di Milano” i Ministri delle maggiori potenze mondiali hanno messo al centro delle politiche sanitarie il consumo delle risorse, i cambiamenti climatici e il degrado ambientale insieme alla resistenza agli antibiotici, in sinergia con gli obiettivi dell’Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile.