TEMA

Sostanze chimiche e tutela della salute

Cosmetici

I cosmetici sono costituiti da molte sostanze che vanno a diretto contatto con epidermide e mucose per cui costituiscono una potenziale via di esposizione a ingredienti, sostanze e contaminanti chimici e microbiologici.

Peculiarità fisiologiche e genetiche, presenza di patologie possono aumentare il rischio di effetti indesiderati.

Le professioni legate all'estetica comportano maggiore esposizione ai componenti dei cosmetici e si possono considerare fattore di rischio per la salute del lavoratore.

Per evitare effetti indesiderati bisogna consultare sempre l’etichetta, "carta d’identità" del cosmetico che permette anche di riconoscere i prodotti contraffatti e quindi pericolosi per la salute.


null La normativa sui cosmetici

Il Regolamento (CE) n.1223/2009 del Parlamento europeo e del Consiglio ha stabilito le regole, armonizzate a livello europeo, per la produzione, la distribuzione, la valutazione e il controllo di eventuali effetti avversi relativi ai cosmetici. Inoltre, assicura la rintracciabilità di un prodotto cosmetico lungo tutta la filiera fino al consumatore. Infatti, entrato in vigore nella sua completezza dall’11 luglio 2013, garantisce che i prodotti cosmetici sul mercato siano sicuri per la salute umana in corrette condizioni d’uso. Sono immessi sul mercato soltanto i prodotti cosmetici che rispondano alle prescrizioni del Regolamento. Nonostante questo, però, è possibile che si verifichino degli effetti indesiderabili: gli effetti indesiderabili sono definiti come

“reazioni avverse per la salute umana attribuibili alle normali o ragionevolmente prevedibili condizioni di uso di un prodotto cosmetico”

gli effetti indesiderabili gravi sono definiti come effetti indesiderabili che inducono incapacità funzionale temporanea o permanente, disabilità, ospedalizzazione, anomalie congenite, rischi mortali immediati o decesso.

Per affrontare questo fenomeno presso il Ministero della salute è attiva la “cosmetovigilanza” che in seguito all’acquisizione delle segnalazioni di effetti indesiderabili procede alla raccolta e alla valutazione dei dati e alla diffusione dell’informazione in ambito europeo. Tutte le segnalazioni ricevute sono conservate nella banca dati di cosmetovigilanza. A volte sul mercato possono essere presenti dei cosmetici contraffatti. di seguito la definizione dal Regolamento Europeo n. 1383/2003 del 22 luglio 2003: “Per merce contraffatta si intende il prodotto, incluso l’imballaggio, su cui sia stato apposto senza autorizzazione un marchio commerciale identico ad uno validamente registrato per lo stesso tipo di prodotto o, comunque, un marchio che non ne possa essere distinto nei suoi aspetti essenziali”.

 

Elenco delle principali normative di riferimento per i cosmetici