TEMA

Dipendenze

Dipendenze

Le dipendenze da sostanze quali tabacco, alcol, droghe (comprese le Nuove sostanze psicoattive - NPS) e le dipendenze comportamentali (gioco d’azzardo, cibo, internet e nuove tecnologie, doping) sono importanti fattori di rischio per la salute pubblica.

L’Istituto Superiore di Sanità (ISS) opera per la prevenzione e il contrasto di tali dipendenze, contribuendo alla conoscenza dei fenomeni dal punto di vista epidemiologico, all'ottimizzazione dei percorsi di diagnosi e cura e al miglioramento degli interventi socio-educativi, attraverso specifici settori di ricerca, controllo, vigilanza, informazione, formazione e consulenza. Svolge anche attività di counselling attraverso il Telefono Verde sulle dipendenze e il doping e offre supporto per il miglioramento della qualità della prestazione dei laboratori di farmacotossicologia del Servizio sanitario nazionale (SSN).

In particolare, il consumo di tabacco è uno dei maggiori fattori di rischio nello sviluppo di malattie tumorali, cardiovascolari e respiratorie. Fenomeno emergente è anche l’assunzione di nicotina attraverso prodotti del tabacco di nuova generazione e sigaretta elettronica. L’alcol costituisce la prima sostanza in grado di causare dipendenza ad alto impatto sociale. La tossicodipendenza oggi è rappresentata dal fenomeno dell’assunzione di più sostanze d’abuso classiche, compreso l’alcol e le nuove sostanze psicoattive.

Il disturbo da gioco d'azzardo, la dipendenza da cibo e da internet sono dipendenze di tipo comportamentale che oltre a causare disagio e/o disturbi clinicamente significativi costituiscono un problema di sanità pubblica di crescente importanza con un alto impatto nella vita quotidiana. 


null Brochure "Senza fumo negli occhi"

Interrompere il consumo di qualsiasi prodotto del tabacco porta significativi benefici sulla salute, a breve, medio e lungo termine. Affrontare un percorso di cambiamento non è una cosa semplice, soprattutto quando coinvolge abitudini consolidate nel tempo. Fumare, ad esempio, è un comportamento complesso che spesso diventa inconsapevole ed automatico e smettere non implica solo abbandonare la sigaretta ma modificare le abitudini quotidiane collegate al fumo per favorire un miglioramento della qualità di vita di ogni fumatore.

Smettere di fumare rappresenta un cambiamento importante nella vita dei tabagisti e a volte possono essere necessari più tentativi prima di riuscirci. Buona motivazione, autocontrollo e fiducia in se stessi possono essere degli ottimi alleati in questo viaggio.

‘Senza fumo negli occhi’ è un materiale di self-help, ossia  auto di auto, pensato per supportare i fumatori che vogliano intraprendere autonomamente un tentativo di cessazione. La brochure consente di valutare il livello di dipendenza da nicotina, fornisce primi spunti di riflessione sulla propria motivazione a smettere di fumare, offre consigli utili per avviare il processo di cambiamento.

Questa brochure è anche un ausilio integrativo per coloro che preferissero o avessero bisogno di una consulenza diretta e personalizzata da parte di esperti. Contattando il Telefono Verde contro il Fumo 800 554088 dell’Istituto Superiore di Sanità esperti in materia offrono un percorso di counselling telefonico anonimo e gratuito.