TEMA

Dipendenze

Dipendenze

Le dipendenze da sostanze quali tabacco, alcol, droghe (comprese le Nuove sostanze psicoattive - NPS) e le dipendenze comportamentali (gioco d’azzardo, cibo, internet e nuove tecnologie, doping) sono importanti fattori di rischio per la salute pubblica.

L’Istituto Superiore di Sanità (ISS) opera per la prevenzione e il contrasto di tali dipendenze, contribuendo alla conoscenza dei fenomeni dal punto di vista epidemiologico, all'ottimizzazione dei percorsi di diagnosi e cura e al miglioramento degli interventi socio-educativi, attraverso specifici settori di ricerca, controllo, vigilanza, informazione, formazione e consulenza. Svolge anche attività di counselling attraverso il Telefono Verde sulle dipendenze e il doping e offre supporto per il miglioramento della qualità della prestazione dei laboratori di farmacotossicologia del Servizio sanitario nazionale (SSN).

In particolare, il consumo di tabacco è uno dei maggiori fattori di rischio nello sviluppo di malattie tumorali, cardiovascolari e respiratorie. Fenomeno emergente è anche l’assunzione di nicotina attraverso prodotti del tabacco di nuova generazione e sigaretta elettronica. L’alcol costituisce la prima sostanza in grado di causare dipendenza ad alto impatto sociale. La tossicodipendenza oggi è rappresentata dal fenomeno dell’assunzione di più sostanze d’abuso classiche, compreso l’alcol e le nuove sostanze psicoattive.

Il disturbo da gioco d'azzardo, la dipendenza da cibo e da internet sono dipendenze di tipo comportamentale che oltre a causare disagio e/o disturbi clinicamente significativi costituiscono un problema di sanità pubblica di crescente importanza con un alto impatto nella vita quotidiana. 

31 maggio 2021 - XXIII Convegno Nazionale Tabagismo e Servizio Sanitario Nazionale


null Relazione annuale al Parlamento sul fenomeno delle tossicodipendenze in Italia anno 2020 (dati 2019)

La Relazione sui dati relativi allo stato delle tossicodipendenze in Italia, che viene annualmente presentata al Parlamento dalla massima autorità competente (allo stato attuale la delega per le Politiche antidroga è nella titolarità del Presidente del Consiglio dei Ministri Giuseppe Conte) è il documento ufficiale governativo redatto, ai sensi dell'art. 131 del D.P.R. n. 309/90, dal Dipartimento Politiche Antidroga della Presidenza del Consiglio dei Ministri.

Tale documento, contenente i dati dell'anno precedente aggiornati al 31 dicembre, è frutto della concertazione tra i Ministeri competenti e gli Enti a cui la legge assegna compiti di prevenzione, cura e contrasto in materia di droga e rispecchia le indicazioni dell'Osservatorio Europeo per le droghe e tossicodipendenze European Monitoring Centre for Drugs and Drug Addiction (EMCDDA).

Ogni anno la Relazione viene redatta con l’obiettivo di offrire un’istantanea della situazione delle tossicodipendenze in Italia, a partire dalle informazioni istituzionali più recenti. Il fenomeno viene descritto a 360 gradi, dalla lettura del mercato delle sostanze stupefacenti alla loro domanda, con una particolare attenzione alle risposte nazionali in termini di prevenzione, cura e contrasto.

La Relazione 2020 (sui dati 2019) è stata curata dal Dipartimento Politiche Antidroga col supporto tecnico dell’Istituto di Fisiologia clinica del CNR e con la partecipazione del Centro Nazionale Dipendenze e Doping dell’ISS.

(Fonte: PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI -DIPARTIMENTO PER LE POLITICHE ANTIDROGA)