PUBBLICAZIONI

In rilievo

null Rapporto ISS COVID-19 n. 61/2020 - Indicazioni ad interim per un appropriato sostegno alle persone con demenza nell’attuale scenario della pandemia di COVID-19. Versione del 23 ottobre 2020

Indicazioni ad interim per un appropriato sostegno alle persone con demenza nell’attuale scenario della pandemia di COVID-19. Versione del 23 ottobre 2020.
Tavolo per il monitoraggio e implementazione del Piano Nazionale delle Demenze
2020, iii, 56 p. Rapporto ISS COVID-19 n. 61/2020

Le persone con demenza devono essere protette e supportate in modo mirato nell’attuale scenario pandemico. In diversi Paesi europei, tra cui l’Italia, un’elevata percentuale dei decessi per COVID-19 (circa il 20%) si è verificato tra le persone con demenza, probabilmente per effetto della difficoltà ad aderire alle norme igienico-sanitarie e di salvaguardia individuale e della comune presenza di patologie croniche concomitanti. Inoltre, circa il 20% delle persone con demenza vive in strutture residenziali dove la circolazione del virus è più sostenuta. Parallelamente, anche i pazienti non contagiati hanno presentato un rilevante peggioramento clinico come risultato dell’isolamento e distanziamento sociale. L’obiettivo di questo documento è di fornire ai professionisti sanitari e socio-sanitari e ai caregiver alcune indicazioni pratiche per prevenire il contagio e fornire il supporto necessario a tutte le persone con demenza. Il maggior carico richiesto a operatori e famiglie dovrebbe corrispondere ad un adeguato sostegno da parte delle Istituzioni.


Interim guidance for the appropriate support of people with dementia in the current COVID-19 pandemic scenario. Version of October 23, 2020.
Commission for monitoring and implementation of the National Dementia Plan
2020, iii, 56 p. Rapporto ISS COVID-19 n. 61/2020 (in Italian)

People with dementia must be adequately protected and supported in the ongoing pandemic. In several European countries, including Italy, a high percentage of deaths from COVID-19 (about 20%) occurred among people with dementia, probably due to the difficulty in adhering to hygienic practices and safeguarding measures, and the common presence of comorbidities. Furthermore, about 20% of people with dementia live in residential facilities where the circulation of the virus is more sustained. At the same time, non-infected patients also exhibited a significant clinical worsening as a result of isolation and social distancing. The aim of the present document is to provide healthcare professionals and caregivers with some practical information to prevent infection and provide the necessary support all people living with dementia. The greater burden on professionals and families should be accompanied by an adequate support from the Institutions.

Pubblicato il 28/10/2020