TEMA

Dipendenze

Doping

La legge 376 del 14 dicembre 2000 stabilisce che il doping è un problema che riguarda sia l’etica sportiva, che la tutela della salute di chi pratica attività sportiva agonistica e amatoriale: per questo motivo le attività di contrasto al fenomeno del doping devono riguardare anche l’ambito sanitario. Emergente è la problematica della medicalizzazione dell’atleta e dell’uso di integratori contenenti sostanze vietate per doping e nocive per la salute.

L’Istituto Superiore di Sanità (ISS) promuove lo sport libero dal doping e realizza attività di ricerca, formazione e informazione sulle tematiche doping-correlate.

Svolge, inoltre, attività di vigilanza sul laboratorio antidoping nazionale accreditato dall'Agenzia mondiale antidoping (World Anti-Doping Agency, WADA) e sulle procedure di controllo antidoping nelle manifestazioni sportive.

Il Telefono Verde Antidoping – 800 896970 fornisce, in modo anonimo e gratuito, consulenza e informazioni ai cittadini.


null Linee Guida per la determinazione delle sostanze d'abuso nelle urine

Sono disponibili le Linee Guida per la determinazione delle sostanze d'abuso nelle urine, realizzate grazie al finanziamento della Regione Lazio: Progetto regionale 'Monitoraggio e miglioramento della qualità dei laboratori di tossicologia in ambito regionale' DGR 556/2010.
Lo scopo di questo documento è quello di fornire, ai laboratori ed agli enti nazionali di accreditamento; delle linee guida condivise a livello nazionale, che tengano conto di quanto prodotto a livello internazionale sulle pratiche di laboratorio da seguire per effettuare la ricerca delle sostanze d’abuso nella matrice urinaria. Queste linee guida, inoltre, mirano a fornire un sostegno pratico ai laboratori che progettano di effettuare (o che già effettuano) le analisi sulle sostanze d’abuso nelle urine, in modo che essi possano far propri i requisiti necessari all’implementazione di un servizio al cliente di elevata qualità.