TEMA

Dipendenze

Doping

La legge 376 del 14 dicembre 2000 stabilisce che il doping è un problema che riguarda sia l’etica sportiva, che la tutela della salute di chi pratica attività sportiva agonistica e amatoriale: per questo motivo le attività di contrasto al fenomeno del doping devono riguardare anche l’ambito sanitario. Emergente è la problematica della medicalizzazione dell’atleta e dell’uso di integratori contenenti sostanze vietate per doping e nocive per la salute.

L’Istituto Superiore di Sanità (ISS) promuove lo sport libero dal doping e realizza attività di ricerca, formazione e informazione sulle tematiche doping-correlate.

Svolge, inoltre, attività di vigilanza sul laboratorio antidoping nazionale accreditato dall'Agenzia mondiale antidoping (World Anti-Doping Agency, WADA) e sulle procedure di controllo antidoping nelle manifestazioni sportive.

Il Telefono Verde Antidoping – 800 896970 fornisce, in modo anonimo e gratuito, consulenza e informazioni ai cittadini.


null Droga e Doping

Il doping, rispetto alla tossicodipendenza, potenzia la dipendenza psichica in quanto l’assunzione delle sostanze dopanti è motivata già a priori da un bisogno di tipo mentale: l’eccellenza nella competizione. Infatti l’utilizzo di sostanze nella pratica sportiva ha fondamentalmente l’obiettivo di ridurre la percezione del dolore e della fatica, ridurre il peso corporeo, aumentare la massa e la forza muscolare con lo scopo ultimo di migliorare la prestazione e il rendimento dell’atleta. 


R. Pacifici, S. Pichini, L. Martucci, L. Mastrobattista C. Mortali, R. Solimini, G. Toth
Istituto Superiore di Sanità, Dipartimento del Farmaco Osservatorio Fumo Alcol e Droga
A. Bacosi, S. Di Carlo, P. Gori, S. Graziano, E. Marchei, A. Minutillo, I. Palmi, M. Pellegrini, M.C. Rotolo

Gruppo di lavoro Osservatorio Fumo Alcol e Droga