TEMA

Sostanze chimiche e tutela della salute

Economia circolare

L’economia circolare è un sistema economico che prevede il riutilizzo dei materiali riducendo gli sprechi.

In un’economia in cui i rifiuti sono le risorse future diventando End of Waste, è essenziale ridurre l’uso di materie contenenti sostanze estremamente problematiche per proteggere la salute umana e l’ambiente.

È necessario rendere coerenti e aggiornate le normative relative ai rifiuti, alla salvaguardia dei settori economici e alla tutela della salute umana e dell’ambiente in linea con il Programma di azione ambientale europeo e con i suoi obiettivi principali, come l’efficienza nell'impiego delle risorse, il benessere dei cittadini e la tutela della salute.


null Attività del CNSC sull'Economia circolare

Il Centro Nazionale Sostanze Chimiche, prodotti Cosmetici e protezione del Consumatore (CNSC) è fortemente impegnato nelle attività di valutazione delle sostanze chimiche e nell'identificazione delle misure più opportune di gestione del rischio per le sostanze maggiormente preoccupanti. Nel contesto dell’economia circolare, tali attività, oltre a essere importanti per la salute della popolazione poiché sono finalizzate a favorire il riciclaggio di materiali non pericolosi, dovranno costituire un importante riferimento per le imprese di riciclaggio e per diffondere l’utilizzo sicuro delle materie recuperate.

Il CNSC supporta l’Autorità Nazionale al fine di raggiungere gli obiettivi strategici dell'End of Waste, esprimendo pareri di natura tecnico-scientifica in merito alla cessazione della qualifica di rifiuto in accordo con l’articolo 184 ter del decreto legislativo 152/2006 modificato dall'art. 14 bis della legge n. 128/2019 e le successive implicazioni con il Regolamento REACH. In particolare esprime il proprio parere tecnico-scientifico in merito alla eventuale presenza di sostanze SVHC presenti nell'allegato XIV (Elenco delle sostanze soggette ad Autorizzazioni) e nell'allegato XVII (Restrizioni in materia di fabbricazione, immissione sul mercato e uso di talune sostanze, miscele e articoli pericolosi) del Regolamento REACH.