Mental health

TOPIC

Mental health

Gene-environment interaction in mental health

Both genetic factors and concomitant environmental exposures act on mental health, the effects of which can mutually modify each other in a complex way. The environment can in fact influence the way in which DNA is read and transcribed through chemical modifications, thus directly regulating the functional activation of genes (epigenetics). Epigenetics plays a fundamental role in the processes of brain plasticity.

When genetic effects are modulated by exogenous factors, such as lifestyles, opportunities exist for prevention and mental health promotion.

The Istituto Superiore di Sanità (ISS, the National Institute of Health in Italy) addresses the issue of gene-environment interactions in mental health both using experimental models and with a population approach, for example on samples of twins (estimation of the heritability of traits in different exposure categories ) and on birth cohorts in which the effects of interactions between the genome and environmental factors on neurobehavioral development are investigated.



Stress e ambienti estremi

La valutazione degli effetti dell’esposizione ad ambienti estremi, quali l’ambiente spaziale o condizioni di isolamento e confinamento in regioni remote della  Terra, come per esempio la zona Antartica, sul sistema nervoso e il comportamento in modelli animali e sull’uomo rappresentano un prerequisito per la messa a punto di specifiche contromisure finalizzate alla salvaguardia della salute della popolazione esposta a tali contesti ambientali (piloti di aereo, astronauti, frequent flyer,  ovvero viaggiatori abituali, soprattutto intercontinentali, persone che soggiornano in alta montagna e/o ai poli geografici terrestri), e sono concomitantemente fondamentali per la comprensione dei percorsi fisiologici e fisiopatologici alla base della capacità individuali di adattamento, oggi intimamente connesse agli sviluppi della biomedicina personalizzata e preventiva della sofferenza mentale.

In particolare, sono in corso progetti in collaborazione con l’Agenzia Spaziale Italiana (ASI) e l’Agenzia Spaziale Europea (ESA) per:

- la messa punto di marcatori biologici e funzionali per la biomedicina astronautica di precisione
- lo studio degli effetti  di alterazioni nell’ambiente gravitazionale (microgravità e ipergravità) sul sistema nervoso di mammiferi. In particolare, nell’ambito di tale ricerca si intende mettere a punto metodi innovativi che consentano un approfondimento delle conoscenze di fenomeni alla base dello sviluppo del sistema nervoso e dei suoi livelli di plasticità, auspicabili per consentire la prevenzione e il trattamento di varie sindromi degenerative, neurocomportamentali e mentali. L’eziopatogenesi di sindromi complesse può essere talora più facilmente compresa dalle alterazioni prodotte da contesti marcatamente superiori agli stimoli naturali abituali. Si intende inoltre fornire indicazioni per la salvaguardia della salute dell'uomo e di altre specie animali esposti all’ambiente spaziale, anche in previsione di future esplorazioni.


Dipartimenti/Centri/Servizi

Center of reference for behavioural sciences and mental health

Target

Citizen

Topics

Mental health Biological basis of mental and behavioral disorders Neurodevelopmental disorders Neurocognitive and psychic deficits in different stages of life Gene-environment interaction in mental health Psychiatric disorders Personalized treatment in psychiatric disorders and neurodevelopment