TEMA

Farmaci, vaccini e terapie avanzate

Falsificazione dei farmaci

La falsificazione farmaceutica costituisce sempre un grave rischio per la salute. Infatti, un farmaco falsificato non è mai equivalente in qualità, sicurezza ed efficacia al corrispondente farmaco originale, anche quando contiene la corretta quantità di principio attivo.

Il grado di pericolosità dipende dalla tipologia di falsificazione.

In Italia il rischio di commercializzazione di medicinali falsificati è praticamente limitato alle farmacie online illegali e agli esercizi commerciali non autorizzati (palestre, afro-shops, beauty centers ecc.).

Il fenomeno della falsificazione riguarda anche gli integratori alimentari, i dispositivi medici e i cosmetici ai quali vengono fraudolentemente aggiunte sostanze con attività farmacologica (medicines in disguise).

In Italia è operativa una task-force nazionale anti-falsificazione di cui fa parte anche l’Istituto Superiore di Sanità (ISS).


null Botulismo iatrogeno

Il Botulismo iatrogeno è dovuto all'uso non corretto delle tossine botuliniche per scopi terapeutici o cosmetici. Le tossine botuliniche, infatti, vengo utilizzate per la cura di una serie di malattie: strabismo, blefarospasmo, spasmo emifacciale, cefalee croniche, distonie focali, acalasia esofagea, ragadi anali, discinesia del muscolo destrusore della vescica, vescica neurogena, lesioni del midollo spinale, prostratismo e ritenzione urinaria cronica, scialorrea, ipeidrosi facciale, ipeidrosi delle mani e dei piedi.

Nei trattamenti estetici, quando la tossina botulinica viene iniettata in un muscolo mimico, ne antagonizza la contrazione. Ne consegue un allungamento del muscolo stesso che provoca uno spianamento della cute sovrastante riducendo l'entità delle rughe. L'effetto è visibile generalmente entro 3 giorni dalla somministrazione, ma scompare con la ripresa della funzione muscolare che solitamente avviene dopo circa 6 mesi.

Un loro uso non corretto, effettuato da personale non medico o con tossine prive di licenza, può essere pericoloso per la salute.

Questa forma di botulismo è fortemente sottostimata a causa della reticenza dei pazienti e dei medici a dichiarare la malattia.