TEMA

Farmaci, vaccini e terapie avanzate

Falsificazione dei farmaci

La falsificazione farmaceutica costituisce sempre un grave rischio per la salute. Infatti, un farmaco falsificato non è mai equivalente in qualità, sicurezza ed efficacia al corrispondente farmaco originale, anche quando contiene la corretta quantità di principio attivo.

Il grado di pericolosità dipende dalla tipologia di falsificazione.

In Italia il rischio di commercializzazione di medicinali falsificati è praticamente limitato alle farmacie online illegali e agli esercizi commerciali non autorizzati (palestre, afro-shops, beauty centers ecc.).

Il fenomeno della falsificazione riguarda anche gli integratori alimentari, i dispositivi medici e i cosmetici ai quali vengono fraudolentemente aggiunte sostanze con attività farmacologica (medicines in disguise).

In Italia è operativa una task-force nazionale anti-falsificazione di cui fa parte anche l’Istituto Superiore di Sanità (ISS).


null Le farmacie online

In Italia è consentito acquistare online esclusivamente medicinali che non richiedono l’obbligo di prescrizione medica a condizione che:

  • gli operatori siano autorizzati alla vendita sul territorio e siano abilitati a gestire anche un sito internet
  • i siti riportino su ogni pagina dedicata alla vendita di medicinali un logo comune, definito secondo i criteri della Commissione Europea, recante la bandiera italiana e contenente un link all’elenco delle farmacie autorizzate a vendere online, gestito dal Ministero della Salute

I cittadini possono rivolgersi esclusivamente a quelle farmacie che hanno il logo identificativo e compaiono pertanto nella lista degli operatori autorizzati.

Il Decreto Legislativo 17/2014 ha recepito LA DIRETTIVA 2011/62/UE sull’e-commerce dei medicinali