TEMA

Farmaci, vaccini e terapie avanzate

Farmaco ad uso veterinario

Il farmaco ad uso veterinario può essere costituito da prodotti ad esclusivo utilizzo nell'animale, quali ad esempio numerosi vaccini, ovvero farmaci che vengono approvati e utilizzati con equivalenti caratteristiche di qualità sia nell'uomo, sia nell'animale.

Il processo autorizzativo per i farmaci ad uso veterinario è sostanzialmente sovrapponibile a quanto in essere per il farmaco ad uso umano, in particolare a livello europeo, ambito in cui l’Agenzia europea del medicinali (Europeam Medicines Agency, EMA) si occupa con le stesse modalità di entrambe le tipologie di farmaci.

A livello nazionale l’autorità competente per la gestione del farmaco ad uso veterinario è il Ministero della Salute.


null Comitato Tecnico per la Nutrizione e la Sanità animale - Sezione Consultiva del Farmaco Veterinario

La Sezione Consultiva del Farmaco Veterinario (SCFV) prende in esame sotto il profilo tecnico-scientifico la documentazione presentata dalle ditte farmaceutiche per ottenere l’autorizzazione all’immissione in commercio (AIC) di medicinali veterinari e a variazioni o estensioni di autorizzazioni già concesse. La SCFV è composta da 14 membri designati dal Ministero della Salute, 5 rappresentanti dell’ISS e 1 rappresentante degli assessorati regionali, designato dalla Conferenza delle regioni e delle provincie autonome e si riunisce circa 5 volte l’anno. La composizione della SCFV del Comitato Tecnico per la Nutrizione e la Sanità animale  è stata parzialmente modificata dal decreto ministeriale 8 novembre 2016, dal decreto ministeriale 6 dicembre 2016, dal decreto ministeriale 11 ottobre 2017 e dal decreto ministeriale 7 agosto 2019. In particolare, la SCFV si articola in gruppi di lavoro in base alle competenze e svolge i seguenti compiti: 

  • esprime parere sulla documentazione riguardante la qualità, la sicurezza, la tollerabilità e l’efficacia clinica dei medicinali veterinari per l’autorizzazione all’immissione in commercio mediante procedura nazionale
  • esprime parere sulla documentazione relativa alla qualità, alla sicurezza, alla tollerabilità e all’efficacia clinica dei medicinali veterinari, per l’autorizzazione all’immissione in commercio mediante procedura europea di mutuo riconoscimento e decentrata, qualora l’Italia svolga le funzioni di Paese di riferimento 
  • esprime parere in merito a questioni di carattere generale inerenti le problematiche correlate al medicinale veterinario