TEMA

Salute mentale

Fragilità neurocognitiva e psichica nelle diverse fasi della vita

L’esposizione ad ambienti avversi in fase pre e post-natale può determinare la vulnerabilità individuale all'insorgenza di disabilità cognitive, anche associate a patologie psichiatriche.

Queste possono manifestarsi precocemente (dalla nascita all'adolescenza) o durante l’invecchiamento, riducendo l’aspettativa e la qualità della vita.

L’Istituto Superiore di Sanità (ISS) studia i determinanti biologici precoci di salute e malattia con particolare riferimento a fattori di rischio sia genetici che epigenetici, ossia associati agli effetti diretti dell’ambiente sul genoma. Tali studi si avvalgono di un approccio multidisciplinare a carattere pre-clinico (modelli animali), clinico (coorti di popolazione seguite nel tempo) ed epidemiologico, anche per individuare strategie d’intervento, tra cui stili di vita salutari.


null MUBICOS: Studio multicentrico su nati da parti multipli

Il Registro Nazionale Gemelli dell’Istituto Superiore di Sanità, in collaborazione con alcune Neonatologie italiane, ha iniziato nel 2009/2010 uno studio per valutare l’ereditabilità di alcune caratteristiche dei neonati, tra le quali, ad esempio, l’accrescimento, lo sviluppo neurologico e psicomotorio, i disturbi del sonno. L’obiettivo principale è l’analisi del ruolo e delle relazioni che esistono tra fattori genetici e fattori ambientali nella determinazione di queste caratteristiche sopra indicate e di indagare eventuali fattori legati alla salute materna e paterna che possono aver esercitato una influenza sul feto e sullo sviluppo successivo del neonato.

In particolare, per quanto riguarda i fattori genetici, potranno essere analizzate alcune varianti del DNA (dei neonati e dei genitori) naturalmente presenti nella popolazione umana, che regolano il peso, l’appetito, l’assorbimento, il metabolismo ed il consumo energetico, e tutti quei fattori che concorrono all’accrescimento di un individuo. Per lo studio, in alcuni casi, sarà necessario stabilire con analisi genetica se i gemelli sono monozigoti o dizigoti (analisi della zigosità).

A questo studio collaborano 8 centri nascita dislocati su tutto il territorio nazionale:
• Unità di Neonatologia, Patologia e Terapia Intensiva Neonatale, Azienda Policlinico Umberto I, viale Regina Elena, 324, 00161 Roma;
• U.O. Neonatologia e Terapia Intensiva Neonatale Dipartimento Materno-Infantile, Azienda Ospedaliera Universitaria Pisana via Roma, 35, 56100 Pisa;
• Dipartimento Materno Infantile, Policlinico 'P. Giaccone' Via A. Giordano n. 3, 90100 Palermo;
• U.O.Neonatologia - Dipartimento Attività Integrate Salute della Donna del Bambino e dell’Adolescente, Azienda Ospedaliera Università di Bologna, Via Massarenti 11, 40138 Bologna;
• Area Ostetrico-Neonatologica, Fondazione Policlinico Universitario, Università Cattolica del Sacro Cuore, Policlinico Universitario “A.Gemelli”, Largo A. Gemelli 8, 00168 Roma;
• Struttura Complessa Neonatologia e TIN, Ospedali Riuniti, Viale Luigi Pinto, 71100 Foggia;
• Ospedale S. Anna, AOU, Città della Salute e delle Scienza di Torino, Via Ventimiglia 3 - 10126 Torino;
• Neonatologia e Terapia Intensiva Neonatale, IRCSS Burlo Garofolo, Via dell'Istria 65/1, 34100 Trieste;

I colleghi dei centri nascita hanno proposto ai genitori di gemelli la partecipazione a questa ricerca che prevedeva la compilazione di questionari sulla crescita e sullo sviluppo dei bimbi a 6 - 12 - 18 - 24 - 36/48 mesi.

Stiamo concludendo la creazione dell’ultimo questionario che riguarda in particolare, l’accrescimento e la salute respiratoria dei vostri bambini.

Cari genitori questa volta avete la possibilità di compilare il questionario direttamente online se, al momento dell’adesione allo studio (alla nascita dei vostri figli), avete fornito un valido indirizzo di posta elettronica. Se non l’avete fatto il questionario vi verrà spedito a casa in formato cartaceo. Se non siete sicuri di averci fornito un indirizzo di posta elettronica oppure lo volete fare in questo momento, lo potete fare scrivendo a registro.nazionale.gemelli@iss.it specificando nome, cognome e data di nascita dei gemelli e noi vi manderemo il link al quale potrete compilare il nuovo questionario.

Grazie per la vostra collaborazione, state aiutando la ricerca per il miglioramento della salute pubblica!

Per info
Sonia Brescianini, Istituto Superiore di Sanità,Centro Nazionale di Epidemiologia, Sorveglianza e Promozione della Salute, Reparto di Epidemiologia Genetica - Registro Nazionale Gemelli registro.nazionale.gemelli@iss.it