Speciale COVID-19

Cosa sapere

null Mascherine

Le mascherine, obbligatorie sempre, al chiuso e all’aperto, ogni volta che si è in prossimità di persone non conviventi (fatta eccezione per patologie o disabilità che ne rendono incompatibile l’uso e per chi fa sport, comunque attuando il distanziamento dagli altri), rappresentano una misura complementare per il contenimento della trasmissione del virus e non possono in alcun modo sostituire il distanziamento fisico, l'igiene delle mani e l’attenzione scrupolosa nel non toccare il viso, il naso, gli occhi e la bocca.

Possono essere mascherine chirurgiche (monouso) o di comunità (lavabili a 60° con comune detersivo o secondo le istruzioni del produttore), anche auto-prodotte, in materiali multistrato idonei a fornire un’adeguata barriera e devono coprire dal mento fino al di sopra del naso. Nel caso in cui compaiano sintomi di infezione respiratoria è necessario l’utilizzo di mascherine certificate come dispositivi medici.

Prima di indossare la mascherina

  • lavare le mani con acqua e sapone per almeno 40-60 secondi o eseguire l’igiene delle mani con soluzione alcolica per almeno 20-30 secondi
  • indossare la mascherina toccando solo gli elastici, avendo cura di non toccare la parte interna
  • posizionare correttamente la mascherina facendo aderire il ferretto superiore al naso e portandola sotto il mento
  • accertarsi di averla indossata nel verso giusto (ad esempio nelle mascherine chirurgiche la parta colorata è quella esterna)

Durante l’uso 

  • se si deve spostare la mascherina manipolarla sempre utilizzando gli elastici o i legacci 
  • se durante l’uso si tocca la mascherina, si deve ripetere l’igiene delle mani
  • non riporre la mascherina in tasca e non poggiarla su mobili o ripiani

Quando si rimuove 

  • manipolare la mascherina utilizzando sempre gli elastici o i legacci
  • lavare le mani con acqua e sapone o igienizzarle con una soluzione alcolica

Come smaltire le mascherine

Se si è positivi o in quarantena, le mascherine, come anche i guanti monouso, i fazzoletti e i tovaglioli (insomma la carta per usi igienici e domestici) vanno smaltiti nei rifiuti indifferenziati. Meglio ancora se prima messi in un sacchetto chiuso, ma non compresso, e poi nel secchio dell’indifferenziato. Se si è positivi o in quarantena bisogna sospendere la raccolta differenziata dei rifiuti.

Se non si è positivi né in quarantena, si può continuare a differenziare i rifiuti, ma le mascherine, i guanti monouso e la carta per usi igienici e domestici, vanno comunque smaltiti come rifiuti indifferenziati.