TEMA

Clima, ambiente e salute

Sicurezza e qualità delle acque

Dal diritto all'acqua e ai servizi igienico-sanitari dipende il diritto alla vita, alla salute, al cibo, all'uguaglianza e a un ambiente sano.

L’Istituto Superiore di Sanità (ISS) supporta scientificamente azioni di prevenzione ed emergenza su acqua e salute mediante un approccio interdisciplinare e multisettoriale, in relazione a natura e a origine delle risorse idriche, impatto su disponibilità e qualità delle acque di variabili climatiche, ambientali e antropiche, igiene di processi e materiali a contatto con le acque, benefici e rischi correlati al ciclo idrico integrato, usi e riusi dell’acqua ed esposizione umana mediante utilizzo e consumo diretto, produzione primaria e alimentare, balneazione.


null Il Protocollo acqua e salute OMS e UNECE

La scienza indica incontrovertibilmente che dalla nostra capacità di preservare i fragili e vitali equilibri tra clima-ambiente e acqua-salute, dipende la garanzia per la futura generazione di diritti umani fondamentali il diritto all'acqua, i diritti alla vita, alla salute, al cibo, all’uguaglianza e ad un ambiente sano. L’ISS è fortemente impegnato nel promuovere la ratifica Italiana del Protocollo Acqua e Salute OMS-UNECE, come quadro strategico di riferimento nazionale per rafforzare il coinvolgimento di tutti i settori e gli attori in materia di gestione sostenibile e sicura di acqua e servizi igienico-sanitari. Obiettivi prioritari sono:

  • rafforzare la protezione del ciclo dell’acqua e la qualità delle risorse idriche negli ambienti naturali;
  • garantire l’accesso universale ed equo a quantità adeguate di acqua potabile e a servizi igienici sicuri aumentando la resilienza del ciclo idrico integrato rispetto a diversi scenari di pressioni climatiche e ambientali,
  • promuovere approcci basati sul rischio per l’uso e il riutilizzo sicuro e sostenibile delle acque, la sicurezza dell'acqua per fini ricreazionali e per ogni altra destinazione d’uso umana,
  • supportare una comunicazione ancorata alla conoscenza scientifica, equilibrata e partecipata sulla qualità dell’acqua per le persone e le comunità.