TEMA

Fertilità

Tecniche di procreazione medicalmente assistita

Le tecniche di procreazione medicalmente assistita (PMA) comprendono sia tecniche più semplici come l’inseminazione intrauterina con l’introduzione del liquido seminale all'interno della cavità uterina, sia tecniche più complesse, dove l’incontro dei gameti si verifica all'esterno del corpo della donna e solo dopo l’inseminazione dell’ovocita e l’eventuale fecondazione, l’embrione sviluppato viene trasferito in utero.

Queste tecniche possono essere applicate in cicli a fresco se si utilizzano sia ovociti che embrioni non crioconservati, o da scongelamento.

L’Istituto Superiore di Sanità (ISS) raccoglie i dati sui centri autorizzati all'applicazione delle tecniche di PMA sulla loro efficacia e sicurezza e outcome.


null Determina AIFA del 4 agosto 2016 Sostituzione del testo della Nota 74 di cui alla Determinazione del 27 aprile 2010, in vigore dal 30 agosto 2016 GU n 201 del 29 agosto 2016

Aggiornamento della Nota 74, relativamente all’utilizzo dei farmaci inclusi nella 'Nota per la preservazione della fertilità nelle donne affette da patologie neoplastiche che debbano sottoporsi a terapie oncologiche in grado di causare sterilità transitoria o permanente', con l’intento ultimo di perseguire un obiettivo di guarigione dal cancro che preveda la preservazione di tutte le funzioni vitali, incluse la fertilità e il desiderio di procreazione.