UFFICIO STAMPA

News

Giornata mondiale dell’udito 2022: 1 anziano su 5 ha un deficit ma in pochi usano l’apparecchio acustico

ISS, 3 marzo 2022 - 

“Proteggi il tuo udito, ascolta responsabilmente!” (To hear for life, listen with care!) è il claim della Giornata mondiale dell’udito 2022 promossa dall’Organizzazione mondiale della sanità per il 3 marzo. I dati 2017-2020 della sorveglianza PASSI d’Argento indicano che il 20% degli ultra 64enni intervistati riferisce un deficit dell’udito e meno del 6% supera questa difficoltà facendo ricorso all’apparecchio acustico, il restante 14% non fa ricorso ad alcun ausilio e rimane con un problema uditivo, peraltro il più rilevante tra quelli sensoriali dal momento che i problemi di vista colpiscono il 10% degli anziani e quelli di masticazione il 13%.

Il deficit uditivo coinvolge allo stesso modo uomini e donne (20% in entrambi), aumenta all’avanzare dell’età (interessa il 47% degli ultra 85enni) ed è più frequente fra i residenti nel meridione: 25% rispetto al 20% del Centro e al 17% del Nord). Il deficit uditivo è fortemente associato allo svantaggio socio-economico e coinvolge di più le persone economicamente più svantaggiate (30% vs 16% di chi non ha difficoltà economiche) e meno istruite (26% vs 14% di persone con livello di istruzione più elevato).

Aprofondisci qui 


Sala Stampa

News