TEMA

Salute Mentale

Personalizzazione della cura nei disturbi psichiatrici e del neurosviluppo

L’Istituto Superiore di Sanità (ISS) conduce ricerche volte a studiare e validare metodologie terapeutiche e modelli organizzativi di presa in carico di persone fragili e/o con disabilità mentale.

Conduce studi di epidemiologia dei servizi e valida metodologie innovative per l'abilitazione e l'inclusione sociale e lavorativa. Progetta, tra gli altri, programmi riabilitativi individuali di agricoltura sociale ispirati ai principi della personalizzazione della cura e del welfare di comunità.


null La cura centrata sulla persona

La cura centrata sulla persona è considerata un fattore di salute determinante dal Piano Nazionale di Prevenzione 2020-2025 del Ministero della Salute. La realizzazione di piani di cura personalizzati nelle condizioni di fragilità o di disabilità mentale e intellettiva, deve raccogliere le sfide della presa in carico mantenendo una visione globale della persona. Nel modello della ‘personalised care’, l’individuo è parte integrante e soggetto principale del percorso di prevenzione e di cura. I “servizi” sanitario e sociale, insieme alle opportunità di natura pubblica e privata sono la comunità di welfare. In questo modello, il livello di integrazione culturale e organizzativa tra i “servizi” e il raccordo tra la componente formale e informale della comunità di cura appaiono come elementi determinanti. Per la realizzazione di questo modello, è necessario promuovere un’organizzazione, anche amministrativa, capace di trovare tutte le necessarie integrazioni, nonché di valutarne l’impatto sui risultati di salute e di qualità della vita della persona e sulla qualità e appropriatezza del sistema di cura.