TEMA

Salute della donna, del bambino e dell'adolescente

Salute della donna, del bambino e dell'adolescente

La promozione della salute e del benessere della donna e del bambino fa parte delle politiche e delle azioni intersettoriali raccomandate da molteplici agenzie internazionali. In linea con gli obiettivi per lo sviluppo sostenibile delle Nazioni Unite, la strategia globale OMS per la salute di donne, bambini e adolescenti, la dichiarazione di Minsk dell’OMS Europa e il documento Nurturing Care for Early Childhood Development di OMS, Unicef e Banca Mondiale, l’Istituto Superiore di Sanità (ISS), in sintonia con il Ministero della Salute, promuove attivamente la qualità dell’assistenza al percorso nascita e nei primi 1000 giorni di vita.

Inoltre, in collaborazione con altri istituti di ricerca nazionali e internazionali, l’ISS produce evidenze scientifiche di supporto alle politiche di sanità pubblica per la promozione della salute della donna, del bambino e dell’adolescente. Grazie all'attività di ricerca di base e applicata e al coordinamento di molteplici sistemi di sorveglianza, l’ISS studia gli aspetti biomedici, psicosociali ed economico-culturali che possono avere ricadute sulla salute e sul benessere di donne e bambini. Svolge inoltre un ruolo di osservatorio nazionale per offrire a decisori, professionisti sanitari e cittadini conoscenza utile alla promozione e valutazione di interventi life-course di miglioramento della qualità dell’assistenza alla salute sessuale e riproduttiva della donna e della coppia e alla promozione di stili di vita salutari tra i bambini e gli adolescenti.

Le molteplici aree tematiche oggetto di ricerca e sorveglianza comprendono: la salute sessuale e riproduttiva; la morbosità e mortalità materna, perinatale e infantile; la salute mentale perinatale; le malformazioni; i determinanti di salute nell'infanzia e nell'adolescenza e alcune patologie.
 


null THE IMPORTANCE OF BIRTH COHORT STUDIES EPIDEMIOLOGY, PUBLIC HEALTH AND CITIZENS ENGAGEMENT 28 MARZO 2017

Il Convegno è organizzato dal Centro di Riferimento Scienze Comportamentali e Salute Mentale dell’Istituto Superiore di Sanità e dal Dipartimento di Epidemiologia del Servizio Sanitario Regionale - ASL ROMA 1 della Regione Lazio. L’evento propone una riflessione sull’importanza che rivestono gli studi sulle coorti di nuovi nati (birth-cohorts) per l’epidemiologia e per le decisioni di Sanità pubblica (Public Health); più in particolare, viene posta l’attenzione sul ruolo che le famiglie e i cittadini rivestono nel partecipare alla ricerca e sulla comunicazione efficace per renderli sempre più informati e partecipanti attivi della ricerca (empowerment). Il Convegno è rivolto, quindi, oltre che agli epidemiologi e agli operatori del settore, anche alle famiglie che rappresentano una risorsa irrinunciabile per quegli studi che traggono conoscenze dall’analisi degli eventi che accadono nel corso della vita degli individui (life-course Epidemiology).
Ci saranno una serie di relazioni su tema preordinato, una tavola rotonda con dibattito tra esperti e un confronto tra il pubblico e gli esperti guidato da un moderatore.
Saranno ammessi un massimo di 120 partecipanti.
La domanda di partecipazione, disponibile anche alla pagina www.iss.it, deve essere debitamente compilata, stampata, firmata e inviata via fax al numero 06.49904151, oppure scansionata ed inviata per e-mail alla Segreteria Tecnica: antonio.arnofi@iss.it; miriam.salemi@iss.it, entro il 16/03/2017.