TEMA

Salute globale e disuguaglianze di salute

Salute globale e disuguaglianze di salute

La salute globale è un approccio integrato di ricerca e azione che mira a dare pieno significato e attuazione a una visione della salute come stato di benessere bio-psico-sociale e come diritto umano fondamentale, nel quale salute e malattia sono considerate risultati di processi non solo biologici ma anche economici, sociali, politici, culturali e ambientali, trascendendo e superando le prospettive, gli interessi e le possibilità delle singole nazioni.

Questo nuovo paradigma, basato su ampie evidenze scientifiche e sulla conoscenza dei determinanti di salute (fattori comportamentali, socio-economici, culturali, ambientali, condizioni di vita e lavoro ecc. che influenzano lo stato di salute di un individuo o di una comunità), può essere applicato alla prevenzione, al trattamento delle malattie e alla promozione della salute a livello individuale e di popolazione.

La salute globale pone particolare attenzione all'analisi delle disuguaglianze di salute, che sono presenti in termini di speranza di vita, malattie e disabilità sia all'interno dei paesi, sia tra di essi. Se non giustificate da un punto di vista biologico, le disuguaglianze di salute sono riconducibili ai determinanti di salute e sono, quindi, inique perché evitabili. L’approccio di salute globale promuove il rafforzamento dei sistemi sanitari in una ottica universalistica con riforme orientate all'equità, solidarietà, sostenibilità e inclusione sociale. Per questo è necessariamente intersettoriale, transdisciplinare, multi-metodologico e transnazionale. Mira a colmare il divario tra evidenza scientifica e decisioni operative, nell'ambito degli Obiettivi di sviluppo sostenibile dell’agenda 2030.

L’attività di salute globale dell’Istituto Superiore di Sanità comprende anche la ricerca clinica e traslazionale, la formazione e la cooperazione, e abbraccia geograficamente paesi economicamente avvantaggiati e paesi a risorse limitate. Affronta tutte le malattie dell’uomo, non soltanto le cosiddette “malattie della povertà”, poiché i fattori strutturali, socio-economici, politici, e le problematiche di accesso, di diritti e di discriminazione che sono alla base delle disuguaglianze di salute, sono comuni.


null JAHEE (Joint Action Health Equity Europe)

JAHEE (Joint Action Health Equity Europe) - Joint action co-finanziata da: European Union’s Health Programme (2014-2020)

Grant Agreement: n. 801600

Data di inizio: 1/06/2018

Durata: 36 mesi

Paesi Europei coinvolti: 25

Coordinatore: Istituto Superiore di Sanità (Dr. Raffaella Bucciardini- Centro Nazionale per la Salute globale)

Obiettivo generale 

L’obiettivo generale di JAHEE è di contribuire a ridurre le disuguaglianze di salute esistenti sia all’interno dei singoli Paesi europei che tra i Paesi stessi. Particolare attenzione è data al problema dell’immigrazione e ai gruppi vulnerabili.

Obiettivi specifici 

  • contribuire a migliorare la pianificazione e lo sviluppo di politiche di contrasto alle disuguaglianze di salute a livello Europeo, nazionale, regionale e locale
  • implementare azioni per il contrasto alle disuguaglianze di salute in ciascun Paese partecipante
  • facilitare lo scambio di esperienze tra i Paesi partecipanti, promuovere la collaborazione e l'apprendimento reciproco
  • individuare i fattori di successo e le barriere per contrastare le disuguaglianze di salute

JAHEE si sviluppa in tre fasi

Prima fase: analisi dello scenario sulle disuguaglianze di salute che comprenda l’elaborazione di:

  • documento condiviso per ogni specifica area tematica sui meccanismi che generano le disuguaglianze di salute e i rispettivi punti di ingresso per le politiche e gli interventi finalizzati a contrastare gli effetti di quel determinato meccanismo
  • documento che riporti un’accurata valutazione nella capacità di risposta dei decisori politici attualmente esistente in ciascun Paese

Seconda fase: implementazione di azioni specifiche per il contrasto alle disuguaglianze in ogni Paese partecipante basate sui risultati della prima fase di lavoro.

Terza fase: messa a punto di Raccomandazioni in base ai risultati raggiunti dalle azioni implementate. 

I risultati di JAHEE potranno contribuire a rafforzare l’interesse e l’impegno attivo per una maggiore equità nella salute, in tutti i settori della politica, non solo in ambito sanitario.

L’obiettivo ultimo è quello di stimolare un approccio integrato ed intersettoriale (la Salute in tutte le politiche) per promuovere politiche efficaci di contrasto alle diseguaglianze di salute.