TEMA

Sostanze chimiche e tutela della salute

Tatuaggi

La pratica del tatuaggio è un fenomeno in crescente diffusione specialmente fra le fasce più giovani della popolazione ed è spesso legata all'idea del corpo umano come strumento di comunicazione.

Esiste anche il tatuaggio con finalità mediche per coprire condizioni patologiche della cute.

L’applicazione del tatuaggio richiede l’iniezione di inchiostri colorati nel derma comportando l’esposizione a lungo termine a sostanze chimiche potenzialmente pericolose.

Il problema della mancanza di normative specifiche in materia di inchiostri per tatuaggi è stato affrontato a livello dell'Unione europea (UE) con l’elaborazione di un regolamento di prossima emanazione che introdurrà limitazioni nella loro composizione.


null Convegno “I tatuaggi: sicurezza d’uso e criteri di controllo” - Roma, 23 gennaio 2018

L'evento è uno fra gli obiettivi dell’accordo di collaborazione fra
Istituto Superiore di Sanità e Ministero della Salute (quale Autorità competente per l’implementazione del REACH), al fine di realizzare il progetto “Valutazione dei rischi per la salute umana delle sostanze presenti negli inchiostri per tatuaggi e trucco permanente (PMU) ed esame dei metodi analitici disponibili per la determinazione di talune sostanze pericolose contenute negli stessi inchiostri”, i cui risultati sono oggetto del presente Workshop.