TEMA

Tecnologie innovative per la salute e telemedicina

Tecnologie innovative per la salute e telemedicina

L’Istituto Superiore di Sanità (ISS) sviluppa ricerche e progetti per la tutela e il miglioramento della salute attraverso l’uso scientificamente validato delle innovazioni tecnologiche, l’ottimizzazione nell'utilizzo delle radiazioni in medicina, lo sviluppo di approcci terapeutici innovativi tramite manifattura additiva (3D printing), pianificazione chirurgica personalizzata, monitoraggio e  valutazione delle applicazioni software (APP) rientranti nell'ambito dei dispositivi medici, studio ultrastrutturale di malattie infettive e dell’antibiotico-resistenza.

L’ISS, inoltre, promuove studi sulle soluzioni di apprendimento automatico avanzato (machine learning, branca dell’intelligenza artificiale) per ottimizzare l’uso di big data in sanità e nel wellness, anche attraverso sistemi di sensori indossabili che sono, essi stessi, oggetto di specifica attività di ricerca-sviluppo.

Nell'ambito delle nanotecnologie realizza tecniche innovative di valutazione dei dispositivi medici contenenti nanomateriali confrontandole poi, come previsto dalle norme internazionali, con le tecniche più tradizionali.

Nel settore della telemedicina vengono realizzati e monitorati servizi sanitari e socio-sanitari   fornendo collaborazione agli enti e organizzazioni nel territorio; elaborati e aggiornati metodi per gestire la sicurezza informatica  e il rischio clinico, nonché per valutare il costo-efficacia di tali servizi. Inoltre vengono sviluppati modelli di progettazione e conduzione dei servizi in telemedicina,  di utilizzo dei real world big data e vengono promossi e coordinati trial clinici nazionali e internazionali in telemedicina e medicina di precisione (precision medicine).

I centri coinvolti dispongono di capacità autonome di realizzazione di prototipi  (elettronica, meccanica, idraulica, stampa in 3 dimensioni), laboratori tematici a favore della ricerca e dell’innovazione, servizi di irraggiamento e gestione centralizzata di grandi strumentazioni scientifiche. Tutte le attività si svolgono con competenze multidisciplinari.


null Gruppo di Studio Nazionale sulla Valutazione Economica dei Servizi in Telemedicina

 L'obiettivo principale del Gruppo è di studiare e definire un modello di valutazione dei servizi in Telemedicina e identificare nuovi sistemi di tariffazione, contribuendo in questo modo a facilitare la programmazione delle attività di sviluppo. E' formato da esperti del Centro Nazionale per la Telemedicina e le nuove Tecnologie Assistenziali, insieme con economisti e aziendalisti universitari di chiara fama ed illustri esperti di economia e organizzazione sanitaria. Vengono studiati i servizi in Telemedicina con riferimento ai loro caratteri di forte innovatività sul piano organizzativo e procedurale. I risultati di tali analisi vengono confrontati con modelli di valutazione costo-efficacia usuali oppure modelli importati da esperienze estere. Una volta definito, il modello di valutazione calibrato per i SSN italiano servirà a sua volta quale base scientifica per affrontare il problema ancora più impegnativo dell’identificazione di nuovi e idonei sistemi di gestione economica e tariffazione dei servizi in Telemedicina.

Il Centro Nazionale coordinerà le attività del Gruppo per arrivare a una valutazione basata su robusti criteri tecnici, scientificamente validati sulla realtà italiana e adeguati per le strutture sanitarie pubbliche e convenzionate. La necessità di tale lavoro origina dalla particolare organizzazione del Servizio Sanitario Nazionale pubblico e dalla necessità di utilizzare al meglio le risorse disponibili affinché esso conservi nel tempo le caratteristiche di gratuità, universalismo ed equità. Il lavoro da svolgere è piuttosto complesso in quanto la maggior parte degli studi in tale ambito, che riguardano i servizi di Telemedicina, sono stati sviluppati in altri Paesi dove i servizi sanitari sono in prevalenza o del tutto privati.

Nel quadro internazionale, questa iniziativa del Centro Nazionale per la Telemedicina è del tutto originale e la più innovativa tra quelle intraprese nei Paesi che risultano avere un’attività di ricerca numericamente e qualitativamente più elevata in Telemedicina. Ad eccezione del Belgio, che ha istituito un gruppo di esperti finalizzato all’adozione della Telemedicina, ma non ai metodi di valutazione, nessuno sembra aver creato un gruppo così specifico di esperti/docenti universitari di stampo economico-aziendale e manageriale per la valutazione economica.

Il Gruppo di studio, tutto italiano, è composto da:

Prof. Elio Borgonovi

Università Milano SDA Bocconi

Dott. Antonio Bray

Direttore UOD Telemedicina Osp. San Camillo Roma

Dott.ssa Micol Bronzini

Università Politecnica delle Marche

Prof. Mariano Corso

Università Milano Politecnico

Dott. Luca Del Bene

Università Politecnica delle Marche

Dott.ssa Maria Letizia Di Liberti

Assessorato Salute Regione Sicilia

Dott.ssa Tiziana Frittelli

Federsanità ANCI

Prof. Mauro Gatti

Università Roma La Sapienza

Dott. Giampaolo Grippa

AGENAS

Dott.ssa Loredana Luzzi

Università Milano Bicocca

Dott.ssa Marta Musso

Università Cagliari

Dott. Gabriele Palozzi

Università Roma Tor Vergata

Dott. Nicola Pinelli

FIASO

Prof.ssa Roberta Pinna

Università Cagliari

Prof. Francesco Ranalli

Università Roma Tor Vergata

Dott. Gennaro Sosto

Direzione Generale Az. Sanitaria Regione Molise

Prof. Federico Spandonaro

Università Roma Tor Vergata