TEMA

Tecnologie innovative per la salute e telemedicina

Tecnologie innovative per la salute e telemedicina

L’Istituto Superiore di Sanità (ISS) sviluppa ricerche e progetti per la tutela e il miglioramento della salute attraverso l’uso scientificamente validato delle innovazioni tecnologiche, l’ottimizzazione nell'utilizzo delle radiazioni in medicina, lo sviluppo di approcci terapeutici innovativi tramite manifattura additiva (3D printing), pianificazione chirurgica personalizzata, monitoraggio e  valutazione delle applicazioni software (APP) rientranti nell'ambito dei dispositivi medici, studio ultrastrutturale di malattie infettive e dell’antibiotico-resistenza.

L’ISS, inoltre, promuove studi sulle soluzioni di apprendimento automatico avanzato (machine learning, branca dell’intelligenza artificiale) per ottimizzare l’uso di big data in sanità e nel wellness, anche attraverso sistemi di sensori indossabili che sono, essi stessi, oggetto di specifica attività di ricerca-sviluppo.

Nell'ambito delle nanotecnologie realizza tecniche innovative di valutazione dei dispositivi medici contenenti nanomateriali confrontandole poi, come previsto dalle norme internazionali, con le tecniche più tradizionali.

Nel settore della telemedicina vengono realizzati e monitorati servizi sanitari e socio-sanitari   fornendo collaborazione agli enti e organizzazioni nel territorio; elaborati e aggiornati metodi per gestire la sicurezza informatica  e il rischio clinico, nonché per valutare il costo-efficacia di tali servizi. Inoltre vengono sviluppati modelli di progettazione e conduzione dei servizi in telemedicina,  di utilizzo dei real world big data e vengono promossi e coordinati trial clinici nazionali e internazionali in telemedicina e medicina di precisione (precision medicine).

I centri coinvolti dispongono di capacità autonome di realizzazione di prototipi  (elettronica, meccanica, idraulica, stampa in 3 dimensioni), laboratori tematici a favore della ricerca e dell’innovazione, servizi di irraggiamento e gestione centralizzata di grandi strumentazioni scientifiche. Tutte le attività si svolgono con competenze multidisciplinari.


null Progetto di ricerca-sviluppo (ADI+eH): Progettazione, sviluppo e valutazione di efficacia organizzativa e clinica, in differenti Regioni italiane, di servizi di Assistenza Domiciliare Integrata supportati da sistemi di eHealth specifici per territorio

Il progetto è partito ufficialmente in gennaio 2020. La proposta approvata dal Ministero prevede la ricerca di collaborazione con quattro Regioni. Sono state individuate le Regioni: Friuli VG, Sardegna, Abruzzo e Puglia. 

Sono in corso le attività per la formulazione di accordi di collaborazione specifici con le Amministrazioni regionali. 

CHIETI, 18 FEB - Ha catturato l'attenzione dell'Istituto Superiore di Sanità il progetto di cure domiciliari digitali avviato sul territorio della provincia di Chieti. Francesco Gabbrielli, direttore Centro nazionale di telemedicina dell'Iss, è stato ospite della

Incontro con la Direzione Asl Lanciano Vasto Chieti per verificare la possibilità di collaborazione ne progetto. L'Azienda ha sviluppato un sistema che consente di monitorare tutti i passaggi del piano di assistenza domiciliare di ogni paziente, avendo in tempo reale informazioni su prestazioni erogate, condizioni cliniche, consentendo di pianificare e armonizzare la presa in carico dei pazienti, ricevere il piano di lavoro, acquisire e condividere dati, immagini, video e registrazioni vocali tramite App.

https://twitter.com/asl2abruzzo/status/1229800247867645952