TEMA

Farmaci, vaccini e terapie avanzate

Vaccini

I vaccini sono una tipologia di farmaci molto particolare perché vengono somministrati a scopo preventivo sulla popolazione sana allo scopo di prevenire alcune malattie infettive.

Possono essere costituiti da parti (antigeni) del microrganismo o dal microrganismo stesso nella sua completezza, attenuato o inattivato.

I vaccini sono sviluppati per proteggere da numerose malattie infettive, causate da vari microrganismi (quali virus e batteri), e vengono somministrati alla popolazione secondo una ben definita scheda vaccinale predisposta in Italia dal Ministero della Salute.

I vaccini agiscono attraverso l’induzione di una risposta immunitaria, umorale e cellulare, e richiedono, in genere, l’associazione con un adiuvante per raggiungere una adeguata efficacia protettiva.


null Vaccini terapeutici contro tumori e malattie infettive croniche

I vaccini terapeutici, a differenza dei vaccini classici utili a prevenire alcune patologie infettive, sono strumenti di cura e possono essere utilizzati per combattere tumori e malattie infettive croniche.

La ricerca traslazionale svolta dai ricercatori del Centro per la Salute Globale ha permesso di sviluppare e brevettare una strategia innovativa che si è dimostrata efficace contro diversi tipi di tumore, e che è potenzialmente applicabile anche a malattie croniche a base infettiva. Questa tecnologia si basa sull’inoculo di semplici molecole di DNA la cui espressione nelle cellule muscolari porta alla formazione di nanovescicole extracellulari (esosomi) ingegnerizzate con l’antigene vaccinale di interesse. Queste nanovescicole, che vengono ingegnerizzate attraverso processi naturali della cellula muscolare, si sono dimostrate in grado di indurre una potente risposta immunitaria mediata dai linfociti T citotossici (CTL) contro un gran numero di antigeni tumorali e virali.

Gli esosomi sono nanovescicole molto stabili prodotte in abbondanza da tutti i tipi cellulari dell’organismo e di conseguenza presenti in tutti i fluidi corporei. L'interesse per gli esosomi nel campo biomedico è in forte crescita sia come biomarcatori diagnostici e prognostici, che come terapeutici e veicoli di diffusione di farmaci. Diverse terapie basate sugli esosomi sono al momento oggetto di trial clinici. Lo sviluppo della piattaforma vaccinale CTL ideata presso il Centro per la Salute Globale coinvolge numerose attività sia in vitro che in vivo volte alla caratterizzazione degli esosomi e alla loro biodistribuzione.

Inoltre, nel Centro per la Salute Globale, si è messo a punto un sistema semplice, economico e privo di effetti collaterali per l'ingegnerizzazione delle cellule tumorali in modo da renderle bersaglio privilegiato del sistema immunitario, ed in particolare dei CTL, sulla base dell'espressione dei neoantigeni tumorali tipicamente espressi dalle cellule cancerose come conseguenza della loro instabilità genetica.