Genere e Salute

TEMA

Genere e Salute

Botulismo iatrogeno


Il Botulismo iatrogeno è dovuto all'uso non corretto delle tossine botuliniche per scopi terapeutici o cosmetici. Le tossine botuliniche, infatti, vengo utilizzate per la cura di una serie di malattie: strabismo, blefarospasmo, spasmo emifacciale, cefalee croniche, distonie focali, acalasia esofagea, ragadi anali, discinesia del muscolo destrusore della vescica, vescica neurogena, lesioni del midollo spinale, prostratismo e ritenzione urinaria cronica, scialorrea, ipeidrosi facciale, ipeidrosi delle mani e dei piedi.

Nei trattamenti estetici, quando la tossina botulinica viene iniettata in un muscolo mimico, ne antagonizza la contrazione. Ne consegue un allungamento del muscolo stesso che provoca uno spianamento della cute sovrastante riducendo l'entità delle rughe. L'effetto è visibile generalmente entro 3 giorni dalla somministrazione, ma scompare con la ripresa della funzione muscolare che solitamente avviene dopo circa 6 mesi.

Un loro uso non corretto, effettuato da personale non medico o con tossine prive di licenza, può essere pericoloso per la salute.

Questa forma di botulismo è fortemente sottostimata a causa della reticenza dei pazienti e dei medici a dichiarare la malattia.



Dipartimenti/Centri/Servizi

Sicurezza Alimentare, Nutrizione e sanità pubblica Veterinaria

Target

Cittadino

Tipologia

Dati

Tematica

Falsificazione dei farmaci