TEMA

Tumori

Epidemiologia dei tumori

L’epidemiologia dei tumori studia l’impatto del cancro nella popolazione.

La frequenza dei tumori viene descritta come incidenza, cioè il numero di nuove diagnosi in un intervallo di tempo - in genere un anno - e come prevalenza, cioè il numero di casi in vita ad una certa data. L’esito della malattia viene studiato in termini di mortalità (numero di decessi annui per tumore) e di sopravvivenza (probabilità di sopravvivere al crescere della distanza temporale dalla diagnosi). 

L’epidemiologia è indispensabile per valutare l’efficacia delle politiche di prevenzione del cancro, l’individuazione di fattori di rischio e i progressi raggiunti nella diagnosi precoce e nella cura dei tumori.


null I registri tumori

I registri tumori di popolazione sono strutture dedicate alla raccolta di informazioni su tutti i casi di tumore che si verificano tra le persone residenti in una determinata ripartizione amministrativa (comune, provincia, territorio di una ASL, regione o nazione).

Le informazioni utilizzate dai registri tumori per identificare le nuove diagnosi provengono dai flussi informativi sanitari (schede di dimissione ospedaliera, laboratori di anatomia patologica, assistenza ambulatoriale, prescrizioni farmaceutiche,...), anagrafici e di mortalità. In Italia la ricerca attiva dei casi, attraverso l’integrazione delle varie fonti informative disponibili, è necessaria in quanto non esiste obbligo di notifica delle diagnosi di tumore.

Oltre al monitoraggio e alla sorveglianza delle patologie oncologiche i dati dei registri tumori forniscono indicazioni utili alla programmazione sanitaria, alla valutazione di efficacia delle misure di prevenzione, e alla valutazione su accesso, qualità e appropriatezza delle cure.

Accanto ai registri generali, vi sono i registri specializzati, che raccolgono informazioni su specifiche tipologie di tumore o su specifiche fasce di età (tumori pediatrici) o su tumori professionali.

Attualmente in Italia più di 41 milioni di cittadini, pari al 70% della popolazione, vivono in aree coperte da registri tumori accreditati dall'Associazione Italiana dei Registri Tumori (AIRTUM).

I dati dei registri accreditati confluiscono nella banca dati AIRTUM e vengono utilizzati in studi epidemiologici nazionali o internazionali, tra cui quelli in collaborazione con ISS (stime regionali, EUROCARE, RARECARE-NET).