TEMA

Salute globale e disuguaglianze di salute

Salute globale e disuguaglianze di salute

La salute globale è un approccio integrato di ricerca e azione che mira a dare pieno significato e attuazione a una visione della salute come stato di benessere bio-psico-sociale e come diritto umano fondamentale, nel quale salute e malattia sono considerate risultati di processi non solo biologici ma anche economici, sociali, politici, culturali e ambientali, trascendendo e superando le prospettive, gli interessi e le possibilità delle singole nazioni.

Questo nuovo paradigma, basato su ampie evidenze scientifiche e sulla conoscenza dei determinanti di salute (fattori comportamentali, socio-economici, culturali, ambientali, condizioni di vita e lavoro ecc. che influenzano lo stato di salute di un individuo o di una comunità), può essere applicato alla prevenzione, al trattamento delle malattie e alla promozione della salute a livello individuale e di popolazione.

La salute globale pone particolare attenzione all'analisi delle disuguaglianze di salute, che sono presenti in termini di speranza di vita, malattie e disabilità sia all'interno dei paesi, sia tra di essi. Se non giustificate da un punto di vista biologico, le disuguaglianze di salute sono riconducibili ai determinanti di salute e sono, quindi, inique perché evitabili. L’approccio di salute globale promuove il rafforzamento dei sistemi sanitari in una ottica universalistica con riforme orientate all'equità, solidarietà, sostenibilità e inclusione sociale. Per questo è necessariamente intersettoriale, transdisciplinare, multi-metodologico e transnazionale. Mira a colmare il divario tra evidenza scientifica e decisioni operative, nell'ambito degli Obiettivi di sviluppo sostenibile dell’agenda 2030.

L’attività di salute globale dell’Istituto Superiore di Sanità comprende anche la ricerca clinica e traslazionale, la formazione e la cooperazione, e abbraccia geograficamente paesi economicamente avvantaggiati e paesi a risorse limitate. Affronta tutte le malattie dell’uomo, non soltanto le cosiddette “malattie della povertà”, poiché i fattori strutturali, socio-economici, politici, e le problematiche di accesso, di diritti e di discriminazione che sono alla base delle disuguaglianze di salute, sono comuni.


null Formazione in Valutazione del Rischio di introduzione e diffusione di arbovirus con approccio One Health

L’Istituto Superiore di Sanità, contribuisce dal 2007 alla sicurezza sanitaria nel bacino del Mediterraneo, nei Paesi del Mar Nero, Maghreb e Sahel, con attività di Sanità Pubblica atte a rafforzare la preparazione e la risposta a potenziali minacce per la salute, nonché la loro precoce identificazione a livello nazionale e regionale nel contesto dell’implementazione delle IHR-2005 dell’OMS.

A questo fine, nell’ambito del Progetto MediLabSecure, il team del Centro per la Salute Globale dell’ISS, ha condotto una serie di Workshops formativi (2015-2019), atti a migliorare le conoscenze e le capacità sulla valutazione del rischio di introduzione e diffusione di arbovirus con un approccio di One Health. Più di 200 professionisti provenienti da 22 Paesi (Albania, Algeria, Armenia, Bosnia Erzegovina, Burkina Faso, Egitto, Georgia, Giordania, Kosovo, Libano, Libia, Mali, Mauritania, Montenegro, Marocco, Niger, Palestine, Rep. Della Macedonia del Nord, Senegal, Serbia, Tunisia, Turchia) hanno partecipato a queste Esercitazioni multisettoriali (esperti di sanità umana, animale e entomologi).

 https://www.medilabsecure.com/events_RA.html

Dente MG, Riccardo F, Van Bortel W et al. Enhancing Preparedness for Arbovirus Infections with a One Health Approach: The Development and Implementation of Multisectoral Risk Assessment ExercisesBioMed Research International, 2020, Article ID 4832360