TEMA

Fertilità

Tecniche di procreazione medicalmente assistita

Le tecniche di procreazione medicalmente assistita (PMA) comprendono sia tecniche più semplici come l’inseminazione intrauterina con l’introduzione del liquido seminale all'interno della cavità uterina, sia tecniche più complesse, dove l’incontro dei gameti si verifica all'esterno del corpo della donna e solo dopo l’inseminazione dell’ovocita e l’eventuale fecondazione, l’embrione sviluppato viene trasferito in utero.

Queste tecniche possono essere applicate in cicli a fresco se si utilizzano sia ovociti che embrioni non crioconservati, o da scongelamento.

L’Istituto Superiore di Sanità (ISS) raccoglie i dati sui centri autorizzati all'applicazione delle tecniche di PMA sulla loro efficacia e sicurezza e outcome.


null Il Registro Nazionale della Procreazione medicalmente assistita (PMA)


È un registro che raccoglie i dati su tutte le strutture che applicano le tecniche di PMA in Italia e su tutti i cicli di trattamento effettuati. La raccolta nazionale dei dati permette di fare un censimento dei Centri presenti sul territorio e valutare: le caratteristiche tecniche dei centri, l'attività e le prestazioni offerte, l'efficacia e la sicurezza delle tecniche usate.

Inoltre promuove:

  • studi mirati a problematiche specifiche sull'infertilità di coppia
  • studi di follow-up a lungo termine su i nati da tali tecniche per valutarne lo stato di salute ed il benessere

Infine effettua il monitoraggio dell'evoluzione del fenomeno della riproduzione assistita per attuare il paragone con quanto avviene negli altri paesi.

Visita il sito del Registro nazionale della procreazione medicalmente assistita