Sorveglianze e registri

SEIEVA - Sistema Epidemiologico Integrato dell'Epatite Virale Acuta

Obiettivi e metodi

null Obiettivi e metodi

Obiettivi

Il SEIEVA si prefigge, come obiettivo principale, quello di descrivere l'epidemiologia dell’epatite virale acuta in Italia, con particolare riferimento all’incidenza, differenziata per tipologia di epatite e ai fattori di rischio associati alla malattia.
Gli obiettivi specifici sono:

  • l’epidemiologia descrittiva dell’epatite virale acuta tipo-specifico e della quota di epatiti acute non ascrivibili a infezioni da virus epatitici maggiori
  • la precoce individuazione di focolai epidemici
  • la valutazione dell’impatto dei vari fattori di rischio noti per ciascun tipo di epatite virale
  • lo studio dei trend temporali del rischio relativo e attribuibile associato a particolari esposizioni, per ciascun tipo di epatite
  • la promozione di indagini e di appropriate strategie di controllo a livello nazionale e locale, sulla base del peso dei diversi fattori di rischio.

Metodi

Il SEIEVA si basa sulla collaborazione tra l’Istituto Superiore di Sanità e una rete di ASL, distribuite su tutto il territorio nazionale, che partecipano su base volontaria.
Sono inclusi nella sorveglianza tutti i casi di epatite acuta, per ciascuno dei quali il referente SEIEVA della ASL di competenza (ASL di diagnosi) provvede a raccogliere le informazioni demografiche e quelle relative ai principali fattori di rischio, attraverso la somministrazione di un questionario standardizzato (Scheda epidemiologica SEIEVA).
Tutti i dati raccolti confluiscono in uno specifico database mediante una piattaforma informatica dedicata, il cui accesso è protetto da password.
Ove necessario, soprattutto in caso di epidemie, vengono condotti studi analitici per valutare il ruolo dei diversi fattori di rischio, utilizzando l’approccio caso-controllo e, quando possibile, di coorte.