Innovative technologies for health and telemedicine

TOPIC

Innovative technologies for health and telemedicine

Innovative technologies for health and telemedicine

The Istituto Superiore di Sanità (ISS, the National Institute of Health in Italy) develops research and projects for the protection and improvement of health through the scientifically validated use of technological innovations, the optimization in the use of radiation in medicine, the development of innovative therapeutic approaches through additive manufacturing (3D printing), personalized surgical planning, monitoring and evaluation of software applications (APP) falling within the scope of medical devices,  ultrastructural study of infectious diseases and antibiotic resistance.

The ISS also promotes studies on advanced machine learning solutions (machine learning, branch of artificial intelligence) to optimize the use of big data in healthcare and wellness, also through wearable sensor systems that are, themselves, the subject of specific research-development activities.

In the field of nanotechnologies, it realizes innovative techniques for the evaluation of medical devices containing nanomaterials, then comparing them, as required by international standards, with more traditional techniques.

In the telemedicine sector, health and social-health services are created and monitored, providing collaboration to bodies and organizations in the territory; developed and updated methods to manage cybersecurity and clinical risk, as well as to assess the cost-effectiveness of such services. In addition, models of design and conduct of telemedicine services, the use of real world big data are developed and national and international clinical trials in telemedicine and precision medicine are promoted and coordinated.

The centres involved have autonomous prototyping capabilities (electronics, mechanics, hydraulics, printing in 3 dimensions), thematic laboratories in favor of research and innovation, irradiation services and centralized management of large scientific instruments. All activities are carried out with multidisciplinary skills.



Progetto: "Sviluppo di nanosistemi basati su sostanze di origine naturale nel trattamento delle infezioni da virus respiratori e dei processi infiammatori a esse associate"

È in corso un progetto biennale sullo sviluppo di terapie innovative per il trattamento di processi infiammatori associati a infezioni da virus respiratori. Queste infezioni, che colpiscono soggetti di tutte le classi di età, sono spesso complicate da fenomeni infiammatori, influendo negativamente sulla qualità della vita e possono essere causa di elevata morbilità e mortalità.

La comparsa di patogeni riemergenti e l’instaurarsi di fenomeni di farmacoresistenza hanno reso sempre più urgente lo sviluppo di nuove strategie terapeutiche. In quest’ottica, molta attenzione è stata rivolta all’utilizzo di prodotti naturali ad attività antiinfiammatoria e antimicrobica combinato con approcci nanotecnologici, volti a migliorarne l’efficacia terapeutica. Questo progetto si propone la messa a punto di protocolli e metodi per la sintesi, la funzionalizzazione e l’uso di nanoparticelle o di nanocarrier per realizzare sistemi in grado di veicolare la lattoferrina e/o l’N-acetil-glucosammina al fine di potenziarne l’indice terapeutico. 

1) Avviso Pubblico “Gruppi di Ricerca 2020” POR FESR Lazio 2014-2020 – Asse prioritario “Ricerca e Innovazione” - Azione 1.2.1

2) Titolo del Progetto
" SVILUPPO DI NANOSISTEMI BASATI SU SOSTANZE DI ORIGINE NATURALE NEL TRATTAMENTO DELLE INFEZIONI DA VIRUS RESPIRATORI E DEI PROCESSI INFIAMMATORI A ESSE ASSOCIATE” (identificato dal numero A0375-2020-36535)

3) Breve sintesi del progetto
L’obiettivo di questo progetto è la messa a punto di strategie terapeutiche innovative volte a limitare la replicazione virale e alleviare l'infiammazione associata a infezioni da virus respiratori. Sarà studiato l’effetto antivirale e/o antinfiammatorio di molecole naturali, quali la lattoferrina bovina e la N-acetil-glucosammina in forma bulk o nano, attraverso la sintesi sia di nanocarrier che di nanoparticelle, coinvolgendo anche imprese del Lazio. Saranno utilizzati approcci virologici, immunologici e nanotecnologici allo scopo di migliorare l’efficacia dei trattamenti.

4) Partner del progetto

Sapienza, Università  degli Studi di Roma 

5) Finanziamento regionale

€ 149.590,41


Topics

Innovative technologies for health and telemedicine Applications of nanomaterials in the biomedical field