Biblioteca

Centro documentazione OMS

In rilievo

Gennaio 2022 - 69a Giornata mondiale dei malati di lebbra

Come ogni anno, nell’ultima domenica del mese di gennaio (che quest’anno sarà il giorno 30) si celebra la Giornata mondiale dei malati di lebbra
Si tratta di un’iniziativa, istituita a partire dal 1954 dallo scrittore e giornalista francese Raoul Follereau, con l’obiettivo di promuovere la sensibilizzazione, il controllo, la prevenzione e la diagnosi precoce di questa malattia. 
La lebbra (o morbo di Hansen), infatti, fa parte di quelle malattie tropicali “dimenticate” (Malattie Tropicali Neglette – MTN) che ogni anno colpiscono più di un miliardo di persone nel mondo e che, se non diagnosticate precocemente e curate in maniera adeguata, possono determinare disabilità permanenti e spesso gravi.
Nonostante la lebbra sia curabile e i farmaci vengano forniti gratuitamente, continua a diffondersi nelle aree più povere del mondo e a colpire oltre 200.000 persone, fra cui molti bambini.
Le cause principali sono riconducibili a povertà, mancanza di servizi sanitari e igienici idonei, ad un’alimentazione non adeguata e a sistemi sanitari locali molto deboli.

In Italia la Giornata è promossa dall'Associazione Italiana Amici di Raoul Follereau (AIFO) sotto l’Alto Patronato della Presidenza della Repubblica e in collaborazione con l’Organizzazione Mondiale della Sanità. La road map (2021-2030) dell’OMS prevede una nuova strategia globale per l’eliminazione della lebbra. Obiettivo: arrivare al 2030 con un aumento del numero di nuove persone diagnosticate in tutto il mondo e una riduzione del tasso di nuovi casi con gravi disabilità.

Bibliografia:        
World Health organization (WHO). World Leprosy Day 
Associazione Italiana Amici di Raoul Follereau (AIFO). Le malattie dimenticate nel 2022 esistono ancora


Vocabolario Biblioteca

In rilievo