ATTIVITÀ

OCSE

null OECD QSAR Toolbox Management Group

Referenti per l’Italia: Chiara Laura Battistelli, Cecilia Bossa e Olga Tcheremenskaia (Istituto Superiore di Sanità, Dipartimento di Ambiente e Salute)

L’OECD QSAR Toolbox (https://qsartoolbox.org) è un’applicazione software gratuita, sviluppata dal Laboratory of Mathematical Chemistry (LMC, Burgas, Bulgaria), voluta dall’OCSE insieme all'Agenzia Europea delle sostanze Chimiche (ECHA) per essere utilizzato dai governi, dall'industria chimica e da altre parti interessate. Lo QSAR Toolbox è stato ideato per promuovere l’accettabilità in ambito regolatorio dei metodi basati sulle Relazioni (Quantitative) tra la Struttura e l’Attività [(Quantitative) Structure Activity Relationship, (Q)SAR] delle sostanze chimiche, e minimizzare l’uso di test (eco)tossicologici sugli animali, senza compromettere la sicurezza della salute umana e dell’ambiente.

Lo QSAR Toolbox incorpora informazioni e strumenti da molte fonti diverse e per diversi endpoint, come banche dati tossicologiche, sistemi di allerte strutturali, modelli QSAR, strumenti chemioinformatici e statistici, che insieme danno origine a uno strumento molto efficace e completo, unico nel suo genere nel pubblico dominio. La sua flessibilità consente di poterlo sfruttare a diversi livelli di applicazione, a seconda dello scopo finale e dell'esperienza dell'utente. Si possono effettuare operazioni quali per esempio: la caratterizzazione di parametri strutturali e chimico-fisici di una sostanza, la ricerca e l’estrazione di dati sperimentali di una o più sostanze di interesse, l’identificazione di gruppi di sostanze chimiche simili, fino alla predizione di proprietà (eco)tossicologiche basate su modelli QSAR o approcci di “Grouping” e “Read Across”.

Lo QSAR Toolbox è di proprietà OCSE ed ECHA, che insieme a LMC (che ne è lo sviluppatore) formano il gruppo di coordinamento “QSAR Toolbox Coordination”. In parallelo è stato istituito il gruppo OCSE “QSAR Toolbox Management Group“, che comprende paesi membri e partner dell'OCSE e le parti interessate nell'ambito del Working Party on Hazard Assessment (WPHA), e viene convocato al fine di discutere, approvare e testare gli sviluppi del software.