ATTIVITA'

Progetti

PROGETTO ISS- REGIONE LAZIO – UNIVERSITÀ LA SAPIENZA

 

 

Inibizione della GTPASI umana RAC1 come strategia per lo sviluppo di nuovi farmaci contro malaria e leishmaniosi - MALERAC

 

Il progetto “Inibizione della GTPasi umana Rac1 come strategia per lo sviluppo di nuovi farmaci contro malaria e leishmaniosi – MaLeRac” mira a sviluppare un trattamento farmacologico innovativo contro malaria e leishmaniosi, basato sull’inibizione della GTPasi Rac1.  

Istituto Superiore di Sanità

Anna Olivieri
Coordinatore tecnico scientifico del progetto 

 

La dott.ssa Olivieri, ha una lunga esperienza nella ricerca di base sul parassita malarico da un punto di vista biomolecolare. I suoi principali interessi di ricerca includono lo studio delle molecole coinvolte nella fuoriuscita del parassita dalla cellula ospite nell’insetto vettore e lo studio dei meccanismi molecolari alla base del processo di invasione dell’eritrocita umano

 

 

Trentina Di Muccio 

 

La dott.ssa di Muccio si occupa di leishmaniosi sin dagli esordi della sua carriera ed è attualmente coinvolta in diversi ambiti di ricerca inerenti l’epidemiologia ed il controllo della leishmaniosi umana e canina, in Italia ed in paesi endemici europei ed extra europei. Il suo interesse è rivolto a studi farmacologici, trials vaccinali canini ed alla standardizzazione di test diagnostici e saggi per la caratterizzazione biochimica e molecolare di Leishmania

 

 

Università La Sapienza

Anna Laura Capriotti  

 

La prof.ssa Capriotti si occupa principalmente dello sviluppo e della validazione di metodi analitici innovativi basati sulla cromatografia liquida accoppiata alla spettrometria di massa per la caratterizzazione e la determinazione di sostanze naturali e non in matrici ambientali, alimentari e biologici (di origine vegetale, animale e umana). Il suo interesse è rivolto ad approcci di proteomica, peptidomica e metabolomica, oltre che allo studio delle interazioni fra nano-materiali e fluidi biologici per applicazioni nel settore del drug/gene delivery

 

Lo sviluppo di resistenze ai farmaci è una problematica comune a molte malattie infettive, tra cui malaria e leishmaniosi, due patologie causate da parassiti intracellulari. È quindi di estrema importanza identificare nuovi composti farmacologicamente attivi. 

 

Casella di testoLa Rac1 è una GTPasi umana coinvolta nell’invasione della cellula ospite da parte di diversi patogeni, inclusi i parassiti responsabili della leishmaniosi.

 

Inoltre, i proponenti hanno recentemente dimostrato che questa proteina svolge un ruolo anche nell’invasione degli eritrociti da parte del parassita malarico.

 

Rac1 è pertanto un buon candidato per terapie host-targeted, che possano ovviare al problema della farmaco-resistenza.

 

 

 

Finanziamento erogato: € 149.982,12. In particolare: 
121.856,00 all'Istituto Superiore di Sanità  
28.126,12 alla Università La Sapienza di Roma  
Data di inizio: 15 aprile 2021  
Durata: due anni. 

Il progetto “Inibizione della GTPasi umana Rac1 come strategia per lo sviluppo di nuovi farmaci contro malaria e leishmaniosi – MaLeRac” mira a sviluppare un trattamento farmacologico innovativo contro malaria e leishmaniosi, basato sull’inibizione della GTPasi Rac1.  

Saranno verificati l’effetto di una serie di composti inibitori di Rac1 su colture di parassiti malarici e della leishmaniosi e studiati più in dettaglio i meccanismi mediante i quali Rac1 è sfruttata da tali parassiti per invadere la cellula ospite.

Link

POR Lazio FESR Italia  
European Regional Development Found